Ciro domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 27/09/2016

Concorso VFP1

Come affrontare al meglio il colloquio con lo psicologo dell'esercito?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Claudia CAMPISI Inserita il 28/09/2016 - 08:55

Buongiorno Ciro,
ho visto che c'è un post simile a cui ho risposto ad una domanda molto simile ma con lei vorrei aggiungere qualche elemento in più dato che può interessare a più utenti.
Lo psicologo militare in sede di concorso dovete provare a immaginarvelo come un selezionatore del personale facente parte di un'azienda con una cultura ben radicata. Il colloquio non so se contenstualmente e/o in un momento a sé prevede la somministrazione di reattivi psicologici finalizzati a raccogliere informazioni aggiuntive a quelle rilevabili nel colloquio.
Si prepari ad essere se stesso e a valorizzare la motivazione che la spinge a partecipare a questo concorso.
Cerchi di approcciare le risposte alle domande del professionista in modo sincero.
Come consigliavo nel post precedente si prepari anche per iscritto se le può essere utile una ricostruzione del suo percorso di studi e professionale e faccia in modo che sia coerente e quanto più possibile spoglio di contraddizioni.
Prepari una breve e sintetica presentazione di sé qualora le venga data la possibilità per rompere il ghiaccio con una domanda aperta del tipo "Mi parli di Lei...
In bocca al lupo e se ha bisogno di ulteriori info non esiti a contattarmi.
Dr.ssa Claudia Campisi