Ilaria  domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 23/01/2019

Bambini e nido

Buonasera. Da circa un anno sono baby sitter di un bambino che attualmente ha 18 mesi. Inizialmente mi occupavo di lui tutti i giorni. Ora i suoi genitori hanno valutato l’idea di affidarlo ad un nido privato al mattino, e a me il pomeriggio. Il bambino, però, da quando è iniziato l’anno scolastico è notevolmente cambiato. Non vuole staccarsi dalla mamma, piange disperatamente quando la madre prova ad affidarlo a me, e per quanto sia semplice fare in modo che si calmi, diventa estremante frustrante per me. Inoltre, si ammala spesso. Da settembre è stato influenzato circa una decina di volte, e quando sta con me dal mattino è decisamente più gestibile.
Vorrei sapere, qualora poteste aiutarmi, se crede che il problema derivi dal normale sviluppo e quindi crescita del bambino, o se c’è la possibilità che magari non sia ancora del tutto pronto all’esperienza del nido.
Grazie anticipatamente

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Roberta Altieri Inserita il 25/01/2019 - 15:01

Milano
|

Buongiorno Ilaria,
prendersi cura tanto a lungo di un bambino piccolo implica molta dedizione e comporta, naturalmente, anche il fatto di affezionarsi a lui. Fino a poco tempo fa era lei il punto di riferimento del bimbo, dopo la famiglia, e immagino che il cambiamento sia stato grande anche per lei; però se i genitori hanno deciso di inserire il loro figlio al nido avranno avuto delle motivazioni ragionevoli.
Il fatto che il bambino si ammali spesso è nella norma, così come il fatto che manifesti qualche difficoltà al distacco dalla mamma: sta allargando la cerchia delle sue relazioni e sta vivendo esperienze nuove, perciò ha più bisogno del contatto rassicurante con la madre, quando è presente.
Credo che lei debba prendersi del tempo per accettare la scelta della famiglia (che mi sembra non condivida) e il piccolo cambiamento nel suo ruolo di cura.
Le faccio i miei auguri

Dott.ssa Daniela Cinti Inserita il 23/01/2019 - 17:16

Padova
|

Gentile Ilaria, al di là della crescita, il bambino è stato esposto ad un cambiamento importante a cui probabilmente deve ancora abituarsi. È molto frequente che l'inizio del nido posso innescare reazioni di sconforto alla separazione dalla mamma. Le influenze, invece, sono molto frequenti quando si inizia il nido in quanto le possibilità di contagio naturalmente aumentano.
Immagino la sua frustrazione..
Forse serve un po di tempo ad entrambi per abituarsi a questo cambiamento.
Saluti
Dott.ssa Daniela Cinti