Joe  domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 26/06/2018

Ferrara

Come farsi degli amici?

Sono un ragazzo di 22 anni e mi chiedo come sia possibile arrivare a questa età e doversi porre certe domande, essere così inadatto alle relazioni sociali con gli altri tanto da rimanere solo ed isolato da tutti. Probabilmente deriva tutto dall’eccessiva timidezza che mi ha portato ad avere sempre poche amicizie ma qualcuna c’era sempre almeno, mentre adesso sono arrivato ad un punto di non ritorno dove non ho più occasioni per incontrare nuova gente e più rimango solo più mi risulta difficile ricominciare. Io non voglio accettare di vivere una vita così perché non credo di riuscire a sopportarla ma ormai sono passati anni dall’inizio del periodo più buio e ogni tentativo si è rivelato un fallimento, non so più cosa fare...

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Daniela Vinci Inserita il 27/06/2018 - 09:52

Gentile Joe,
è giusto che tu non lo accetti e mi dispiace per la sofferenza che provi. Hai comunque 22 anni e sei ancora in tempo per creare legami importanti.
Dovresti dedicarti a capire i motivi delle tue difficoltà e a trovare strategie per risolverle. Dato che dalle tue parole sembra che da solo non riesci, potresti rivolgerti ad uno psicologo che ti possa aiutare in questo. Perchè questa timidezza? E perchè le amicizie che avevi si sono concluse?
Resto a disposizione,
Dott.ssa Daniela Vinci
Arluno (MI)

Dott. Paolo Zandomeneghi Inserita il 27/06/2018 - 15:00

Gentile Joe,

comprendo che non avere amici e relazioni sociali sia difficoltoso e che il desiderio di cambiare rotta sia forte. La buona notizia è che ci sono tecniche e strumenti per provare farlo, soprattutto alla tua giovane età. Un percorso di psicoterapia può aiutarti a capire il perché di alcune tue caratteristiche, accettare quelle che non si possono cambiare, e provare a cambiare quelle che invece si possono cambiare.
Se il problema è il costo, rivolgiti all'unità di psicologia della tua azienda sanitaria oppure parlane con i tuoi genitori, un aiuto professionale è benefico per molte persone.

Cordiali saluti e in bocca al lupo,

Dott. Paolo Zandomeneghi