Adele domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 06/03/2018

Bologna

Sono in crisi

Ciao sono adele ho 28 anni ed ho un figlio di 9 anni , convivo da un anno con un ragazzo che anche lui a un figlio di 9 anni, ma tra i due bimbi ci sono molti litigi , si fanno i dispetti su ogni cosa litigano poi nello stesso tempo si cercano e si ricomincia con i litigi. Il mio compagno di questa situazione non ne puo piu e la sta vivendo male distaccandosi da me e da mio figlio e dando la colpa a mio figlio che e ineducato, ametto che mio figlio a un carattere molto forte ma penso che sono tutt e due i bimbi ! Io sto cercando di fargli capire al mio compagno che sono bimbi e bisogna avere pazienza ma lui ribadisce che e mio figlio il problema e che se i bambini non cambiano ce la possibilita che lui mi lasci come e gia successo sempre per lo stesso problema! Ti chiedo come mi devo comportare e come risolvere questo problema???

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 07/03/2018 - 15:11

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buonasera Adele,
Può essere utile per lei cercare di capire come mai il suo compagno tenda ad attribuire la responsabilità dei malumori a suo figlio. Cosa teme? Come si sente quando i bambini litigano? È opportuno accogliere eventuali timori e preoccupazioni del suo compagno a riguardo in modo da concordare una linea educativa comune.
Inoltre è importante per lei analizzare in modo più ampio la relazione affettiva col suo compagno al di là dell'episodio specifico e il livello di complicità e fiducia che c'è tra di voi.
Cordialmente
Dott.ssa Anna Marcella Pisani
(Roma)

Dott.ssa Laura De Martino Inserita il 07/03/2018 - 13:21

Napoli
|

Salve Adele, credo sia importante che vi chiediate quanto vi sentite "famiglia" perché solo se vi percepite come un insieme allora il problema non sarà solo il suo bambino o comunque solo suo, ma dell'intera famiglia e come tale dovrebbe essere risolto. Da quanto scrive infatti, percepisco che ci sono delle separazioni, lei e il suo bambino da un lato, il suo compagno ed il figlio dall'altro, due schieramenti. Credo che è difficile che questo non sia percepito anche dai bambini e non ne influenzi il comportamento. E'importante che impariate ad essere "una" famiglia per la qual cosa non basta vivere sotto lo stesso tetto. Un percorso di psicoterapia di coppia potrebbe aiutarvi in questo senso.

Un caro saluto,
Dr.ssa Laura De Martino
Psicologa e Psicoterapeuta relazionale e famigliare
Napoli - tel 328 0273833