Anonimo83 domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 13/04/2017

Trieste

Separazione

Buonasera,
Dopo la separazione mio figlio ha avuto un piccolo calo scolastico che si e'manifestato con il disordine e la disorganizzazione. Quello che pero' piu' mi fa dispiacere e' il fatto che lui si vergogni di avere I genitori separati, al punto di non volerlo dire a nessuno e vorrebbe che sia io che il padre si tornasse insieme. Come posso aiutarlo? Io ho provato a spiegarli che e'stata una decisione nostra e che noi per lui ci saremo sempre e che l'amore per lui non e'mutato, pero' sembra che non voglia accettarlo. Cosa posso fare?

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Daniela Vinci Inserita il 14/04/2017 - 18:17

Anonimo 83, ogni bambino reagisce in modo diverso di fronte alla separazione dei genitori ma sicuramente un certo grado di sofferenza è inevitabile, soprattutto all'inizio. Anche per questo bisogna circoscrivere i suoi comportamenti a questo momento. Cerchi di parlare a suo figlio e di fargli capire che lui non c'entra in questa decisione e che, sebbene lei e il padre siate separati, comunque restate una famiglia. Serve comunque del tempo e rivolgervi ad un professionista potrebbe essere d'aiuto a suo figlio, specialmente se si occupa di dinamiche familiari.
Resto a disposizione
Dott.ssa Daniela Vinci
Psicologa
Arluno (MI)

Dott.ssa Elisa Viani Inserita il 13/04/2017 - 21:44

Gentile anonimo83
le reazioni dei bambini di fronte alla separazione dei genitori possono essere diverse e diversificate, soprattutto dipende da come viene gestita tale separazione (presenza di forti conflitti piuttosto che rapporti civili trai coniugi) ma anche dalla comunicazione verbale e non verbale che il figlio riceve rispetto a tale evento. il modo di comunicare la decisione di separarsi deve essere calibrato all'età del figlio e le reazioni del figlio a tale notizia possono andare dal netto rifiuto alla rabbia fino ad esternarsi attraverso comportamenti che, come nel caso di vostro figlio, lanciano un campanello di allarme. Senza dubbio non è una situazione semplice da gestire da parte dei genitori e a volte le buone intenzioni e la volontà di entrambi non bastano ad assicurare una risoluzione senza danni più o meno evidenti. Forse dovrebbe considerare la possibilità di farvi seguire in questo percorso da un terapeuta che ascolti la sofferenza che in questo momento vostro figlio manifesta e aiutarvi a gestire al meglio le varie fasi che abitualmente si riscontrano in caso di separazione.
Resto a disposizione per eventuali domande e nel frattempo vi auguro di trovare la giusta strada per voi.
Un caro saluto
Dott.ssa Elisa Viani Psicologa-psicoterapeuta