Elisa domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 20/03/2017

Brescia

Scelte difficili

Buongiorno, sono una ragazza di 25 anni e vorrei andare a convivere con il mio ragazzo che ha 30 anni e ha già avuto un figlio da una precedente relazione. Io ora vivo con i miei genitori e vorrei andare a convivere ma purtroppo i miei genitori sono contrari persino alla mia relazione perché per loro lui è solo un disgraziato, perché ha un figlio. Ci tengo a precisare che hanno sempre rifiutato l'invito di conoscerlo perché non lo reputano alla mia altezza. In 4 anni ci siamo lasciati 3 volte sempre perché non volevano che stessi insieme a lui e quindi pensavamo che non ci fosse un futuro per la nostra relazione. Ma ora che è finita anche l'ultima separazione a causa loro siamo sempre più convinti di voler creare una nostra famiglia. Come posso far capire hai miei genitori che voglio convivere con lui ed avere un futuro,senza però rovinare il rapporto che ho con loro? posso avere una relazione con lui e anche con i miei genitori, senza che nessuno soffra? Perché i miei genitori mi hanno anche incolpato della malattia di mia mamma, visto che le ho dato questa grande preoccupazione e sofferenza. Grazie .

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Elisa Viani Inserita il 20/03/2017 - 23:03

Cara Elisa
dal suo racconto non si riesce a cogliere bene il succo del rapporto che lei ha con i suoi genitori. Avendo 25 anni presumo possa essere una persona matura e con un'indipendenza personale ed economica, per cui sarebbe possibile scegliere per la sua vita e vivere serenamente la sua relazione. E' comprensibile la sua angoscia all'idea di deludere i suoi genitori ma forse potrebbe trovare una soluzione di compromesso magari per fare accettare la sua volontà; appare infatti riduttivo il pregiudizio dei suoi genitori che si basa soltanto sul fatto che il suo compagno abbia un figlio avuto da una precedente relazione. Forse ci sono altri motivi per cui i suoi osteggiano questa relazione e sarebbe utile avere altri elementi per poter approfondire la sua storia e permetterle di avere più chiaro, anche a se stessa, le scelte migliori da fare per vivere serenamente la sua relazione amorosa e al tempo stesso non rompere i ponti con i suoi genitori.
Resto a disposizione
Cordiali Saluti
Dott.ssa Elisa Viani
Psicologa-psicoterapeuta