equilibrista domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 27/08/2014

Roma

Come faccio a rimediare alle mancanze del padre?

Mio marito è andato via di casa,ma adesso è freddo anche con le bambine . Come posso evitare che soffrano ,visto che anch'io essendo figlia di genitori separati ho sofferto molto per il loro atteggiamento distaccato? Non vorrei che avessero problemi a relazionarsi in futuro. Grazie

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Massimo Perrini Inserita il 17/12/2014 - 18:52

Cara Equilibrista,
sebbene la separazione sia di per sé un evento molto doloroso per tutta la famiglia, il modo in cui avviene e viene gestita può fare la differenza sia per voi come coppia genitoriale, sia per le bambine.
I figli di genitori separati possono crescere sani e forti, ed eventuali “problemi a relazionarsi” non dipenderanno direttamente dal fatto di avere genitori separati, ma da numerose altre variabili in gioco.
La freddezza di suo marito verso le bambine potrebbe essere temporanea o meno. La sua situazione meriterebbe di essere approfondita, ma per quanto ci dice potrebbe considerare almeno due possibilità.
1) Se sente che i problemi tra lei e suo marito interferiscono negativamente sul vostro ruolo genitoriale e sulla crescita delle bambine, potete considerare la possibilità di una terapia di coppia, per gestire al meglio sia la vostra separazione che il vostro ruolo genitoriale (che in ogni caso continua anche dopo la separazione)
2) Se invece sente che la separazione con suo marito possa far riemergere l’esperienza dolorosa della separazione dei suoi genitori, riaprendo in lei vecchie ferite, e rendendo più difficoltoso il suo ruolo di madre, può considerare la possibilità di una terapia individuale.
In ogni caso una cosa non esclude l’altra e credo che le bambine, anche se indirettamente, potrebbero trarre benefici in entrambi i casi. Mi rendo disponibile per maggiori informazioni. Un caro saluto. Dott. Massimo Perrini

Dott.ssa ilaria beltrami Inserita il 13/12/2014 - 19:26

Cara equilibrista,
comprendo quanto sia difficile in questo momento gestire un cambiamento di vita così importante, il fatto che tuo marito sia andato via (non dici se per scelta consensuale o meno) e la preoccupazione per le bambine. La tua domanda si intitola "come faccio a rimediare alle mancanze del padre" e si capisce bene quanto saresti disposta a tutto pur di salvaguardare il benessere delle tue figlie. Purtroppo i genitori sono fatti per essere due ed un solo genitore può occuparsi solo di fare bene il proprio ruolo. Sii una mamma presente e affettuosa e al limite cerca di trasmettere alle tue bambine l'idea che il papà vuole loro sempre molto bene e in questo periodo sta lavorando molto ed è stanco (per esempio...non dici quanti anni hanno le tue figlie). Il problema cerca di affrontarlo con tuo marito, e dalla situazione che descrivi potrebbe essere molto utile un ciclo di consulenze in coppia per favorire in tuo marito la presa di consapevolezza che al ruolo di marito che è venuto meno non potrà mai venire meno quello di genitore. La consulenza potrà aiutarvi a rinascere come coppia genitoriale, dando importanza a questo ruolo e aiutandovi ad apprendere nuove modalità di relazionarvi tra voi per il bene delle figlie.
un caro saluto e resto in ascolto.
D.ssa Ilaria Beltrami, Psicologa Clinica - Roma