ALEX domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 31/03/2016

Milano

Madre che divide i figli

Salve, da 40enne parlare di problemi relazionali con i genitori francamente mi fa sorridere purtroppo pero' mi accorgo che questa situazione mi logora e mi sta creando problemi sia con la mia attuale famiglia, con il lavoro e con il rapporto con le altre persone.
Il problema nasce dall'iper protezione verso l'unica figlia donna che a quanto pare non si è integrata bene con la società con il mondo del lavoro ecc.
La madre crede che sua figlia sia stata deliberatamente messa da parte dai fratelli e anche da gran parte del resto della famiglia allargata, in realtà ognuno conduce la propria vita con le attuali compagne e prole.
A questo punto la madre innesca una serie di situazioni per destabilizzare il rapporto tra i fratelli, sopratutto si tratta di falsità bugie per mettere in disaccordo gli uni con gli altri; mi verrebbe da dire: "se non sta bene mia figlia non dovete stare bene neanche voi."
Quindi prima mio fratello minore e la moglie poi io e mia moglie subiamo un vero e proprio attacco di menzogne e bugie oltre evidentemente a non ricevere lo stesso trattamento che invece la figlia riceve quotidianamente.
 A questo punto mio fratello che ha un carattere più docile fa un passo indietro inghiotte qualche rospo, mette in difficoltà il rapporto con sua moglie ma cerca di riprendere il legame con i genitori.
Il sottoscritto che ha un carattere decisamente più forte ed indipendente viene attaccato ingiustamente e definito come "immaturo", "falso".Ritengo di avere un carattere che lascia spazio a qualche momento di ira ma non sono mai stato un violento, non ho mai messo le mani addosso a nessuno in vita mia; ebbene nell'ultimo incontro avuto mi hanno anche accusato che avrei potuto picchiare qualcuno, invece chi ha commesso un atto grave a mio avviso è stato mio padre che addirittura davanti a minori, preso da un attacco di ira ha scagliato un martello sul pavimento. Temendo che quel gesto potesse danneggiare mia figlia di tre anni, l'ho presa e l'ho portata via da 6 mesi non metto più piede a casa dei miei genitori.
Sia mia madre che mia sorella come nulla fosse mi hanno invitato ad incontrarci in occasione di festività natalizie e pasquali , io reputando che sia un gesto per mettersi a posto la coscienza, ho rifiutato chiedendo un incontro chiarificatore con tutta la famiglia allargata, ho anche formato un gruppo su diversi social per agevolare il colloquio, risultato: tutti mi hanno girato le spalle!! ora io rimango isolato, immaturo, bugiardo e violento dimentico anche viziato ...

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Francesca Fontanella Inserita il 31/03/2016 - 10:06

Buongiorno Alex, ho letto con attenzione questa parte della sua storia personale. Ora le chiedo: qual è la sua richiesta? In che modo possiamo esserle d'aiuto? Cosa desidererebe accadesse? Nel caso le facesse piacere, le do la mia disponibilità per condividere le sue riflessioni.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella