Marika  domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 04/01/2019

Nipote non vuole più bene alla sua famiglia

Buongiorno, mia nipote ha 7 anni ed io sono la zia, sorella del papà, da quando era piccolina (6 mesi) è stata abbandonata dalla mamma e lasciata a noi (io, il nonno della piccola, la nonna ed il papà) che ce ne siamo occupati per tutto questo tempo, adesso da qualche mese mio fratello (il papà) ha trovato una nuova compagna ed è andato a convivere con lei portandosi sua figlia, il problema è che la bambina non è più se stessa, ossia non ci vuole più bene, è diventata apatica, senza un briciolo di affetto, quando ci vede non ci saluta più,prima ci "saltava addosso" mentre ora non ci rivolge nemmeno più la parola,se andiamo ad accarezzarla ci dice di spostarci, ci guarda con occhi di odio che non ha mai avuto, chiama la compagna di mio fratello dopo pochi mesi mamma e rivolge tutto l affetto che aveva per me mia madre e mio padre a lei, insomma noi non siamo più nessuno per lei, noi ce l abbiamo messa tutta per farle capire che le vogliamo bene e che noi eravamo la sua famiglia ma a lei non importa, preferisce non rivolgerci la parola, perfavore diteci cosa fare, noi stiamo soffrendo molto a causa di tutto ciò.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 04/01/2019 - 13:20

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Marika,
Comprendo il vostro disagio, acuito anche dal fatto che la bambina sembra non riconoscere il ruolo fondamentale che avete svolto per molti anni.
Consideri che per ogni bambino l'unione genitoriale rappresenta sempre una meta ambita, in quanto condizione rassicurante, quindi è comprensibile che sua nipote abbia proiettato sulla compagna di suo padre un'ideale di figura materna di cui forse ha molto bisogno.
Consideri anche però, che presto farà i conti con la realtà, ossia il fatto che lei non è sua madre.
Nel frattempo, ciò che potete fare voi è questo: chiedere l'intervento del padre, che dovrebbe aiutare la bambina a ridefinire il vostro ruolo e ricordarle cosa avete fatto per lei, sottolineando che la sua attuale compagna non è sua madre.
Inoltre, potete anche provare a confrontarvi direttamente con la bambina focalizzando l'attenzione su come si senta, cosa provi e che idea si sia fatta del nuovo equilibrio familiare che si è creato.
Se necessita di altri chiarimenti o informazioni sulla questione, può scrivermi o contattarmi.
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).