Jessica  domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 07/08/2018

Monza e Brianza

Mia madre ha atteggiamenti strani

Buongiorno,
Io da circa un anno sono fidanzata con un uomo divorziato con due bambini e a marzo di quest anno, sotto consiglio di mia madre, siamo andati a convivere. Già era nei nostri piani di vivere insieme, ma in realtà noi avremmo voluto aspettare giugno....mia madre però ha consigliato di iniziare subito e quindi fare dal lunedì al venerdì a casa di lui e il fine settimana tornare a casa con la mia famiglia...e questo fino a settembre, ovvero il momento in cui io avrei incontrato i bambini. Ora però le cose sono andate un po' diversamente....quando tornai a casa per il primo fine settimana mia madre mi trattò come un estranea, senza parlarmi, evitandomi....insomma come se non esistessi. Il lunedì dopo averle fatto presente la situazione di sofferenza che mi aveva causato e chiedendo il motivo... lei mi disse che non voleva né vedermi né sentirmi e che era meglio così. Io è da marzo che cerco di ricreare un contatto con lei ma lei non mi risponde, non si è mai interessata in questi mesi dove io abbia passato i fine settimana e oggi dopo averle detto che l'avrei voluta chiamare lei mi ha risposto dicendo che le dispiace sentirmi soffrire che però lei non sa più cosa prova per me ne come porsi nei miei riguardi, dice che non sente nulla di materno e che per ora vuole stare sola e non sa se o quando cambierà idea...in poche parole mi ha fatto capire che non si sente più madre...io per questa situazione ci sto soffrendo moltissimo e sinceramente non ne comprendo le motivazioni di questo suo comportamento. Della mia famiglia solo mio padre mi rivolge la parola e ha piacere di vedermi.....secondo lei ci sono possibilità che il rapporto lentamente si ricostruisce? Come posso io cercare di essere serena? Ma soprattutto quale potrebbe essere la causa di questo atteggiamento?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 07/08/2018 - 19:25

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buonasera Jessica,
comprendo il suo malessere che mi sembra congruente con la situazione che ha narrato.
Non avendo altre info sulla sua vita, come ad esempio età sua, di sua madre, condizioni di vita e tipo di relazioni tra di voi in passato, è difficile avanzare delle ipotesi plausibili sul comportamento anomalo di sua madre.

Si è già verificato in passato che sua madre si sia distanziata nelle relazione con lei? E' possibile che sua madre stia attraversando un periodo di difficoltà psicologica o abbia problemi di salute rispetto ai quali vuole mantenere un riserbo?

Consideri che spesso, uno specifico atteggiamento (incoraggiare ad andare a convivere), può nascondere un sentimento opposto (deiderio di vicinanza) che non si riesce ad esprimere perchè crea troppa sofferenza e a cui si può reagire evitando il contatto proprio con la persona verso cui si prova più affetto.
Quindi, sarebbe opportuno conoscere i sentimenti di sua madre rispetto alla sua convivenza, come la percepisce ed in che modo può aver modificato la relazione con lei.
Ha provato a confrontarsi con suo padre riguardo a questa questione? potrebbe esserle di aiuto?
Considerando che sua madre non desidera confrontarsi con lei, può esserle utile svolgere una consulenza psicologica individuale che la aiuti a capire come si sente in questa situazione e cosa sia più opportuno fare.
Un caro saluto
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)