Pietro domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 02/03/2018

Napoli

Depressione latente

Buonasera. Ho 30 anni mi chiamo Pietro. Ultimamente anzi da un periodo non ben definito soffro di disturbi comportamentali. Mi deprimo facilmente passo da attimi di pieno entusiasmo a momenti di abbattimento incredibile in un lasso di tempo brevissimo. Non riesco a socializzare ad avere rapporti con altre persone perdo di vista i miei obbiettivi, anzi non so neppure cosa voglio. Non riesco a trovare un amore, anzi non riesco ad amare neppure me stesso, mi sento completamente inadeguato a qualsiasi momento, a qualsiasi situazione (non nascondo che ho persino pensato di uccidermi). Sul lavoro ho sempre avuto molti insuccessi e molti sogni infranti e adesso che ho riavuto un altra occasione come collaboratore scolastico fino a giugno temo che tutto finirà e che mi ritroverò come un fallito dando l ennesima delusione ai miei e che non riavrò un altra occasione. Mi isolo spesso dai miei colleghi vivo la lontananza da casa e mi viene voglia di mollare tutto. Cerco Aiuto

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 02/03/2018 - 13:16

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Pietro,
da ciò che narra mi sembra di capire che abbia un disturbo dell'umore che rende la sua percezione di sè e dall'altro instabile e mutevole. Inoltre, sembra che si senta depresso, condizione che presenta aspetti complessi da approfondire più ampiamente con un professionista vis a vis anche in considerazione dei suoi pensieri suicidari.
Nel frattempo posso aiutarla a capire un po' meglio la sua situazione invitandola ad ampliare il suo raggio d'analisi su stesso. Può essere utile per lei chiedersi cosa stia succedendo ora nella sua vita che l'ha spinto a rendersi più consapevole del suo malessere e a cercare aiuto. Che aspettative nutre su un evenutale aiuto che potrebbe chiedere?
Cordialmente
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott.ssa Laura De Martino Inserita il 15/04/2018 - 17:13

Napoli
|

Salve Pietro, la invito a fermarsi e ad effettuare un percorso per ritrovare se stesso. Ciascuno di noi può essere paragonato ad un blocco di marmo, uno di quelli che gli scultori usano per dare forma alle sue statue attraverso un processo di sottrazione in cui a poco a poco toglie materia inutile. E' così che può venir fuori una bella forma. Allo stesso modo ciascuno di noi può essere scultore di se stesso, abbiamo, infatti, il compito di togliere tutto ciò che ci appesantisce (ad esempio idee e preconcetti tipo "sono un fallito", "non valgo niente" ecc.) e liberare il bello di noi. La psicoterapia funziona un pò cosi'. Si conceda uno spazio in cui capire come ritrovare il suo benessere rivolgendosi ad uno specialista della sua zona o ai servizi dell'asl.
Un caro saluto

Dr.ssa Laura De Martino
Psicologa e Psicoterapeuta Relazionale e familiare
Napoli 3280273833