MICHO domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 06/02/2017

Non ci riesco più

Ho 21 anni, vi scrivo perché non riesco più a fare niente e la mia tristezza è cresciuta fino a diventare un pensiero fisso. Fortunatamente ho cambiato città per studiare, ma la casa in cui sto non ha né il riscaldamento né l'acqua calda, e quindi devo spesso tornare dove stanno mia madre e mio fratello. Il problema è che lui, con il dichiarato intento di devastarla, offende e maltratta continuamente mia madre, attaccandola sul personale con umiliazioni verbali continue, non pago finché nessuno in casa è sano di mente. Circa 5-6 volte al giorno, soprattutto durante i pasti, attacca mia madre umiliandola (fai schifo, sei una vecchia decrepita o m*rda ecc.) in continuazione. Se provo a dire qualcosa, ce n'è anche per me con offese dello stesso genere, lo stesso risultato che si ha se si prova a parlargli. È sempre stata una persona orribile, e ora che ha 16 anni è ancora peggiore. Mia madre non fa niente per impedirlo: non lo ha MAI punito per il suo comportamento, si è sempre limitata ad incassare, obbedendo contemporaneamente ai suoi ordini (dammi l'acqua cretina, passami il pane scema ecc.). Cerco di evitarli il più possibile standomene chiuso in camera o stando poco a casa, con il risultato che mia madre mi rinfaccia di abbandonarla. Parlare con tutti e due è inutile: mia madre non reagisce, mio fratello mi insulta/ride/sbadiglia. Pgni volta che sono sul treno per tornare provo una forte ansia, e quando sono nella casa con loro ho difficoltà a dormire e a studiare. Aiutatemi perché ogni minuto che passo in quel manicomio mi avvicino di più al lanciarmi da una finestra.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Angelo Barbagallo Inserita il 06/02/2017 - 17:10

Salve! Intanto le consiglio di trovarsi una casa con riscaldamenti e acqua calda. Riguardo a sua madre e a suo fratello la questione è un po' più complessa. Sua madre ha un comportamento troppo passivo. Dovrebbe mettere in chiaro il ruolo di genitore. Suo fratello, essendo un adolescente, sta percorrendo un periodo travagliato, anche se il suo comportamento attuale mi sembra eccessivo. Forse, se ancora non lo pratica, gli farebbe bene praticare una sana attività sportiva che gli insegni il rispetto dei ruoli e delle regole. Riguardo alla vostra situazione familiare in generale, vi consiglio di discutere e di affrontare i problemi, è inutile evitarli.
Dott. Angelo Barbagallo