Anonimo32 domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 01/09/2016

Agrigento

Non so cosa mi sta succedendo

Premetto che sono sempre stata una persona molto socievole e piena di amici. Tutto è cambiato però quando a scuola sono stato spesso deriso e ho perso pian piano quella poca autostima che avevo. Per vari motivi,poi,mi sono ritrovato poi al primo anno di liceo da solo e senza più nessun amico,e gli unici coetanei che avevo la possibilità di vedere erano solo i compagni di scuola e quelli di calcio che incontravo sporadicamente agli allenamenti. All'inizio ciò non mi turbò più di tanto,riuscii ad incassare bene il colpo,ma pian piano mi resi conto della mia situazione e lì iniziò un periodo in cui ero spesso e volentieri giù di morale,scoppiavo in lacrime,e spesso pensavo a come era triste la mia vita senza nessuno al di fuori della famiglia. E tutto questo accadeva proprio tre o quattro mesi fa,poi mi son ripreso (da solo,perché era da tempo ormai che mi ero chiuso ed ero diventato molto timido e provavo molta paura nel dirlo ai miei)e sono riuscito a tornare solare come una volta. Ora,purtroppo,con l'estate,sono di nuovo entrato in un periodo come quello,in quanto rimugino sempre sul fatto che,mentre i miei vecchi amici giocano nel campo da calcio proprio DAVANTI casa mia,io sono chiuso tutto il giorno in casa davanti ad una televisione o ad un libro. E ormai sono diventato troppo timido e chiuso per ritornare,come una volta,a chiedere di giocare insieme. Anche se stavolta l'ho presa diversamente. Sono diventato facilmente irascibile,spesso mi arrabbio per niente,ho perso anche il rapporto,già molto lieve,con mio padre (dato che da anni lavora fuori e lo vedo 2 o 3 giorni a settimana) e in parte quello con mia madre. Vedo il mio futuro incerto,vuoto ed estremamente solo,dato anche il fatto che sono un ragazzo dall'aspetto sgradevole. Non so come fare,spero solo di trasferirmi,per ricominciare una nuova vita,senza niente da perdere (Tranne i parenti a me cari), ma sono sicuro che ciò non avverrà ... e non trovo la soluzione ai miei problemi...

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Sciubba Inserita il 01/09/2016 - 14:56

Buongiorno,
quanti anni ha? Se è minorenne le consiglio di chiedere ai suoi genitori d accompagnarlo da uno/a psicologo/a.
Sono certa che una soluzione è possibile e spero che i suoi genitori vogliano aiutarla.
Non abbia remore nel chiedere ai suoi genitori: la salute psicologica è molto importante e in grado di influenzare non solo l'intera vita e il comportamento, ma anche la salute fisica.
cordiali saluti