Chiara domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 24/08/2016

Messina

Zero autostima

Fin da piccola sono sempre stata una bambina molto timida..con il passare del tempo diciamo che ho migliorato un po questo problema solo che in compenso sono una ragazza di 20 anni molto insicura e che ha perso completamente la propria autostima ( forse a causa di mio padre poiché ha sempre lodato i figli dei colleghi appena laureati o con borse di studio regalate)..fatto sta che questo non influenza solo la mia.vita ma anche il rapporto con il mio ragazzo...quando abbiamo.discussioni molte volte è come se mi vengono attacchi di panico e non riesco a parlare completamente tanto da far seccare il mio ragazzo che dopo sei anni, quasi, cerca di aiutarmi invano..ogni volta penso sempre a quanto sia inutile, odio il mio carattere e ogni volta piango ininterrottamente tanto da farmi venire un mal di testa assurdo..l unico mio pensiero fisso è "se non ci fossi sarebbe meglio" oppure " se mi venisse qualche malattia sarei contenta perché me lo meriterei "...con questo peoblema mi rendo conto che sto rovinando.me e il rapporto con il mio ragazzo e non ne posso piu...ho sempre pensato di farmi aiutare da qualcuno solo che non voglio dire niente ai miei genitori ne tanto meno.voglio stressare ulteriormente il mio ragazzo...spero qualcuno possa aiutarmi..

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Sciubba Inserita il 24/08/2016 - 21:51

Gentile Chiara,
non può essere sufficiente un consulto per aiutarla a superare un problema di così vecchia data e che permea la sua vita e dubito che possa fornire un qualche reale aiuto del tutto.
Deve fare dei colloqui di psicoterapia e meglio ancora sarebbe se decideste per una terapia familiare.
Se per ora non se la sente di chiederlo ai suoi genitori, può parlare con una psicologa del Consultorio o, se non ha mezzi, andare all'ASL da sola o con l'impegnativa del medico di base per un ciclo di terapia psicologica.

Inoltre, molti problemi, compreso il suo, si giovano anche di consulenze e potrebbe considerare questa opzione in modo da poter scegliere il professionista e l'indirizzo che più le piace o le si confà.
La Terapia della Gestalt ad es. ma anche le terapie brevi hanno molti strumenti per contrastare questa sua vulnerabilità.