Xeina domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 30/06/2016

Ancona

Quant'è grande il ponte tra depressione e tristezza?

Quando una persona dovrebbe prendere coscienza di non stare bene e andare da qualcuno che lo aiuti?
Per un soggetto che è predisposto alla tristezza e all'auto isolamento è difficile capire quando sta male davvero... come fare se non si ha nessuno a cui chiedere o che si accorga di qualche cosa che non va?...
Se non si sta più bene con se stessi è bene andare da un medico di base prima di tutto?
Grazie.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Arcangela AnnaRita Savino Inserita il 30/06/2016 - 21:11

Caro K,
scegliendo di scrivere qui credo che lei abbia già deciso di rivolgersi ad uno Psicologo/a ma mostra ancora con sé stesso delle resistenze.
Segua il suo istinto o intuito
E viva l'esperienza di un percorso psicologico che.gli permetterà di conoscersi rispettando i suoi tratti di introversione e comprendendo meglio come riconoscere l'isolamento e soprattutto se è desiderato.

Resto a disposizione per ulteriori quesiti.

Cordialmente,
Dott.ssa Arcangela Annarita Savino
Bari