Daniela domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 05/05/2016

Ho bisogno di una opinione

Buongiorno, mi chiamo Daniela e ho 26 anni. Vorrei una opinione se e possibile.....
Da un mese non riesco più a mangiare senza bere un po' di acqua dopo aver inghiottito perché ho la sensazione che si ferma dentro e non riesco più a respirare, nel ultimo tempo gli ho avuto cosi spesso che sono andata prima dal medico di famiglia ma lui mi ha dato delle medicine dicendo che sicuramente ho qualche informazione al esofago, dovevo fare 15 giorni di cura ma ho smesso dopo 3 perché le medicine mi facevano più difficoltà a respirare e mi sentivo molto male e debole. Ieri sono stata anche al pronto soccorso ma loro mi hanno mandato di nuovo dal medico di famiglia per farmi una gastroscopia e hanno detto che soffro di ansia (pensano loro ) , intanto fino aspetto, vorrei chiedere gentilmente una opinione visto che da una settimana mangio solo liquidi e a volte anche quando sto tranquilla a letto faccio fatica a respirare, non capisco perché questi attacchi o come gli posso chiamare.
Ho letto diversi articoli su internet dove le persone si lamentavano della stessa mia problema di soffocamento mentre stavano mangiando e dicevano che la problema si risolve con il psicologo.
Non so più come fare perché cosi non posso più a mangiare solo liquido, ogni attacco dove faccio fatica a respirare mi fa molto triste.
Vi ringrazio in anticipo . Daniela.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Simone Pesci Inserita il 05/05/2016 - 10:44

Gentilissima Daniela, da quanto scrive si capisce quanto il disagio che sente sia presente in gran parte della sua quotidianità. Ha fatto certamente bene a indirizzarsi al suo medico di famiglia perché non si dovrebbero mai sottovalutare eventuali problematiche organiche. Mi sembra tuttavia che lei stessa interpreti il suo sintomo come psicologico. In effetti non è infrequente che nel corpo, inconsapevolmente, si manifestino disagi e difficoltà che riguardano lo stare con se stessi e con gli altri. Proprio per questa sua lettura, forse potrebbe essere il caso di rivolgersi ad uno psicologo , perché già lei mi sembra abbia identificato che questa "cosa" va oltre il problema di deglutire. Spero che possa ritrovare presto un nuovo equilibrio.
Simone Pesci