Rossella domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 10/04/2016

Napoli

Ansia per una gita scolastica

Salve,sono una ragazza di 14 anni (so che non potrei scrivere qui ma vi prego di rispondermi) a Maggio dovrei partire per una gita scolastica in Emilia Romagna di 3 giorni il fatto è che io soffro d'ansia ma solo di sera e mi viene da piangere e vorrei andarmene ma la mattina seguente sto bene (dico questa cosa perché ho già avuto esperienza con un'altra gita e mia mamma mi è venuta a prendere) credo che io possa avere troppa nostalgia di casa che i miei amici non hanno (almeno credo) vi prego ho bisogno di un vostro consiglio.
Rossella

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Chiara Francesconi Inserita il 11/04/2016 - 16:22

Ciao Rossella,
ci possono essere tanti motivi e ragioni sotto questa tua reazione, e altrettanti modi per poter gestire l'ansia.
Sarebbe quindi necessario comprendere meglio e più approfonditamente la situazione, per poter indicare delle risoluzioni. Potresti chiedere ai tuoi genitori di portarti a fare un colloquio psicologico (essendo minorenne è necessaria la loro approvazione al colloquio, ma le cose che dirai al terapeuta resteranno solo tra voi, sono protette da privacy). Alcune volte bastano anche un paio di colloqui per poter apprendere come gestire una circostanza specifica.. poi si vedrà se è una cosa da esplorare ulteriormente e che può essere risolta più nel profondo.
Resto a disposizione,
un caro saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi
www.chiarafrancesconi.it

Dott. Enrico Vaglieri Inserita il 10/04/2016 - 19:29

Buongiorno Rossella.
Scrivi che dovrai andare in gita 3 giorni e temi di soffrire, di sentirti in ansia o triste, soprattutto la sera, perché hai nostalgia di casa, come è capitato in un'altra gita. Vorrei dirti molte cose a partire da quello che scrivi, e ci sarebbe bisogno di esplorarne altre; l'ideale è sempre incontrare uno psicologo di persona. Ti invito a farlo.
Intanto faccio qualche riflessione.
E' importante che tu capisca che cosa ti fa soffrire precisamente, che emozioni provi, che pensieri hai. Questo ti mostrerà che cosa ti blocca e anche ti fornirà una risposta su come fare per diventare autonoma e sicura di te.
Ipotizzo che alla base di questa difficoltà che vivi, ci sia un BISOGNO, che chiede di essere soddisfatto.
Se capisci qual è, e gli dai risposta, ti sentirai più sicura.
Il tema della nostalgia di casa è abbastanza comune alla tua età. Ci si aspetta che progressivamente venga superato. La nostalgia è l'emozione che dice quanto è importante per noi una persona. Si può imparare a gestirla.
Dipende anche dal rapporto che hai con i tuoi genitori e dallo stile di attaccamento che vivete. Tua madre in effetti sembra attenta ai tuoi bisogni. Mi chiedo che accordi fate di fronte alla possibilità che tu ti allontani di casa; mi chiedo come è per loro che tu lo faccia, e come ti aiutano a gestire la nostalgia. I genitori possono dire che stanno bene, anche quando un figlio è lontano (e sentirlo davvero).
La sofferenza che provi ora è un'anticipazione di quello che pensi che avverrà, ma non è ancora accaduto. Ora hai un po' di tempo per prepararti alla gita e puoi fare diverse cose per affrontarla al meglio.
Se hai bisogno di aiuto, chiedilo. Ciao.
dott. Enrico Vaglieri