Marica domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 28/11/2015

Vorrei più libertà

Salve!
Sono una ragazza di 18 anni e da circa un mese non vado più dallo psicologo. ci andavo perché ero e sono tutt'ora autolesionista con una leggera depressione ansiosa. avrei bisogno di un punto di vista esterno perché mi sembra tutto così confuso.. inizio col dire che vivo ancora con i miei genitori e spero ancora per poco.. mi sto accorgendo che mi trattano come se fossi una bambina: mi controllano il cellulare,non si fidano e devo tornare a casa dopo 3 ore che esco.. io non chiedo cose trascendenti,vorrei solo la mia libertà.. vorrei non aver paura di chiedergli di uscire,vorrei che accettassero le mie scelte.. io mi sento in gabbia,devo sempre fare ciò che dicono loro e una volta che manco al mio compito m. mi dice che voglio avere 18 anni solo quando voglio io,che non faccio mai niente.. io studio e mi do da fare per la mia famiglia,ma non sembra bastare.. in estate è emerso questo problema e la conclusione è stato portarmi dallo psicologo (anche perché hanno scoperto dei tagli)... inoltre sono fidanzata con un ragazzo le cui origini non sono gradite dalla mia famiglia,pur essendo un bravissimo ragazzo.. in estate volevano addirittura che lo lasciassi ma non l'ho fatto.. lui mi rispetta a differenza di altri... io vivo nella paura,nella paranoia di incontrare i miei quando sono con lui sebbene sappiano che esco con lui.. oggi la paura si è concretizzata: sono uscita prima da scuola e il mio ragazzo mi è venuto a prendere per portarmi a casa perché volevo riposare (ultimamente sono molto assonnata) e per strada l'ho incontrata.. poco dopo mi ha sgridata davanti a tutti come se fossi una bambina,mi ha detto che l'ho delusa perché sono uscita prima e ho saltato l'ora di ginnastica.. ha chiamato a scuola per paura che avessi saltato la scuola.. oggi vorrei scomparire,mi sento inutile,vuota; io vorrei gridarle che non ho più 14 anni.. non posso fare tutto quello che voglio,ma desidero un margine di libertà.. sarebbe tutto più semplice se non esistessi... Cosa posso fare?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Francesca Fontanella Inserita il 01/12/2015 - 11:37

Cara Marica,
per quale motivo hai scelto di non andare più dallo psicologo? E' proprio lo psicologo che ora più che mai potrebbe accompagnarti nella conquista della libertà.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella