Arturo domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 20/11/2015

Treviso

Senza motivazioni e aspirazioni

Salve, sono un ragazzo che studia giurisprudenza, e inutile nasconderlo, sono in difficoltà. Da più di un anno non porto a termine un esame impegnativo, solo esami "facili" ed ho problemi a concentrarmi e ad affrontare lo studio seriamente. Lavoro stagionalmente, e questo mi impedisce di studiare come dovrei/vorrei, ma ho l'impressione che il lavoro stagionale sia solo un alibi. Questo mi svuota, perché inizio a pensare di non esser in grado di portare a termine le cose e di non raggiungere i miei "obiettivi"; anzi in verità ora non ho obiettivi, nemmeno la voglia di dimostrare ai miei genitori quanto valgo. Non ho una vera e propria domanda, ma vorrei un consiglio per poter portare a termine i miei studi, che in una fase precedente mi interessavano, magari trovando una strada per il mio nebuloso futuro

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Christina Marchetto Inserita il 09/12/2016 - 13:47

Gentile Arturo, per comprendere appieno le sue difficoltà occorre provare ad analizzare la sua situazione in modo obiettivo, e cercare di comprendere quale sia la strada migliore, ma anche quali siano i suoi desideri, non solo per l'aspetto di formazione professionale, occorre cercare di trovare un buon punto di osservazione e fermarsi a riflettere li, "mentalmente" distanti da tutto.
a disposizione, anche in video consulenza
Dott.ssa Marchetto Christina
www.christinamarchetto.it

Dott.ssa Caterina Olivo Inserita il 20/11/2015 - 12:46

Gentile Arturo,
può capitare di avere dei momenti di difficoltà durante gli studi, avere dei dubbi sul futuro e di conseguenza sentirsi svuotati e “perdere la rotta”.
Intanto sarebbe utile definire meglio la situazione, individuando quali sono nello specifico gli esami che non riesce a portare a termine, i momenti peggiori da affrontare, le sensazioni che prova e i comportamenti che adotta, oltre a capire se è un disagio legato solo all'ambito universitario o più esteso.
Inoltre può essere che in questo momento lei abbia bisogno di ridefinire i suoi obiettivi, riconoscendo i suoi bisogni del momento.
Una ricetta magica per portare a termine gli studi senza esplorare i suoi vissuti interni su quello che sta accadendo in questo periodo non esiste.
Il consiglio che posso darle è di valutare insieme ad un professionista la possibilità di iniziare un percorso di psicoterapia.
Spero di esserle stata utile,

Dott.ssa Caterina Olivo
Bologna