Rossella domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 26/09/2015

Catanzaro

Ansia e panico

Salve,
Sono una narmale ragazza di 28 anni che da qualche mese soffre di ansia.
Ho una vita normale, lavoro in un call center ( e gia questo em abbastanza stressante) , sono innamoratissima del mio ragazzo con il quale sto da quasi un anno.
Non ho particolari problemi se non che il mio ragazzo si trasferira' a breve dalla calabria alla lombardia e mi ha chiesto di seguirlo e questo forse mi spaventa un po'
Il problema e' che non riesco a respirare e vado in panico.
Ho avuto anche un attacco di panico e sono andata al pronto soccorso, dove mi hanno fatto tutti gli esami e non risulta niente ( tranne quello della tiroide che faro' a breve)
Sto prendendo regolarmente le gocce di valeriana e un po' mi stanno aiutando ma ho paura di star male fuori casa ed evito di uscire se non per andare al lavoro.
Non so piu' cosa fare

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 27/09/2015 - 09:46

San Giuseppe Vesuviano
|

Gentilissima,

l'ansia va affrontata mediante un lavoro su di sè che le permetta di collegarla alla sua storia di vita, individuale e familiare. Difficilmente, infatti, va via spontaneamente o con rimedi "fai da te".
Perchè non si fa coraggio e contatta uno specialista della sua città? Eventualmente, può anche fare riferimento alla sua asl di appartenenza.

Resto a disposizione
Dr.ssa Valentina Nappo
Terapia individuale e di coppia a Soccavo, Melito, Pompei, San Giuseppe Vesuviano (NA)
www.psicodialogando.com

Dott. Giuseppe Del Signore Inserita il 26/09/2015 - 19:13

Viterbo
|

Gentile Rossella,

la valeriana non può aiutarla a risolvere questioni psicologiche importanti nella gestione della sua ansia.
Talvolta le difficoltà nelle separazioni si traducono con attacchi di panico o di ansia, quindi dovrebbe considerare l'ipotesi di consultare direttamente un Collega per una valutazione e una diagnosi certa, soprattutto se gli esami fisici sono negativi.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo clinico e forense, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicoanalitica

Dott.ssa Mirella Caruso Inserita il 27/09/2015 - 07:41

Milano
|

Gentile Rossella, lei è sul punto di poter compiere una scelta importante: quella di lasciare la sua terra per seguire un ragazzo di cui è innamorata. Si descrive come una persona normale, senza particolari problemi. Un attacco di panico è sopravvenuto e lei lo ha ricondotto alla possibilità per lei vicina di potersi trasferire, cambiare. Ora vede, l'attacco di panico nella maggior parte dei casi ha dietro di sé un grosso conflitto, legato al desiderio di cambiare, di costruire una vita piu' stimolante e appagante da una parte, e dall'altra, da legami di dipendenza da cui non ci si riesce a separarsi. L'idea stessa del distacco porta con sé la paura dell'abbandono, sensazioni antiche di essere lasciati da solo a gestire situazioni troppo grandi. Ora credo che è il caso di domandarsi se la sua situazione di oggi sia strettamente legata a quella della scelta. Dovrà decidere a breve, ma se rinuncia ad andare, chissà che non si ritrovi nella stessa situazione subito dopo. Cioè, vorrei suggerirle l'ipotesi che questa paura sia in sé e solo marginalmente legata al rapporto col suo ragazzo. In bocca al lupo.