silvia domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 19/06/2015

Firenze

incertezza per il futuro

Buonasera, sono una studentessa di venti anni dell'universita' di lingue. Mi sono trasferita a Firenze da quando ero piccola, ma ho sempre avuto nostalgia della mia citta' di provenienza tanto che anche se sono passati anni non sono mai riuscita ad adeguarmi al posto e alle persone, piu' che altro non voglio adeguarmi, non mi piace essere riconosciuta come loro. Sto valutando anche un trasferimento, anche se sarebbe difficile non avendo molte risorse. Oggi mi ritrovo a fare un'universita' che non sono sicura che mi piace, anche se e' l'unica che sceglierei ancora. Ho paura di non trovare niente come lavoro, non so quale lavoro mi piacerebbe fare, non ho un obbiettivo e non sono motivata. So solo che vorrei avere un lavoro importante e soddisfacente. Sono sempre alla ricerca di quello che potrei fare in futuro, ho paura di fare scelte sbagliate, nella vita quotidiana non ho interessi e vivo la mia vita con forte ansia, paura e preoccupazione tanto che vanno a intaccare nei miei rapporti personali. Vorrei vivere piu' serenamente, con un obiettivo e non vedere il mio futuro annebbiato. Vorrei un vostro consiglio. Grazie e milleee!

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Martino Miccoli Inserita il 26/06/2015 - 08:19

Buongiorno Silvia,
da come scrivi noto che sei molto insoddisfatta di come stanno andando le cose e di come stai vivendo la tua vita. Mi sembra che insicurezza e incertezza stiano condizionando la tua serenità. Hai citato tanti contesti in cui tutti noi viviamo: rapporti personali, lavoro, università, luogo in cui si vive, e trasversalmente ti senti insoddisfatta di quasi tutto. E' come se tu sentissi che il tuo modo di fare e di prendere le cose, il tuo "carattere" per intenderci, stia influendo su questa situazione e vorresti capire cosa fare ma forse soprattutto come poterti orientare per avere più chiare le cose.
In questi casi è molto utile parlare con un professionista psicologo o psicoterapeuta che possa capire, approfondire e orientare sia per quanto riguarda il vivere il presente che per quanto riguarda gli obiettivi ed il perseguimento degli obiettivi nel futuro.
Il consiglio che ti posso dare, solo leggendo il tuo post e pur non conoscendo bene tutta la situazione, è di fare le cose una alla volta perchè viste tutte insieme appaiono molto più insormontabili. Scomposte e con piccoli obiettivi forse ti sembreranno meno paurose. Hai 20 anni ed hai scelto un percorso universitario che ti potrebbe permettere anche di andare via da Firenze. Ora non puoi sapere quando e quale lavoro troverai, puoi solo dare tutto quello che hai nel percorso universitario e nel frattempo informarti sempre di più sui possibili sbocchi lavorativi (le lingue sono anche molto richieste per lavori di traduzione e interpreti). Circondati di persone con cui sei più a tuo agio e cercale quando puoi per stringere relazioni più forti con loro. Radicarsi al territorio non è facile e non dipende solo dagli anni passati in un posto ma da come noi ci muoviamo in quel posto, e te lo dice una persona che si è già spostata in due città diverse e vive a centinaia di km di distanza dalla sua terra di origine.

Credo che più che singole soluzioni tu abbia bisogno di lavorare sul come vivi e prendi le cose. Perchè la maggior parte delle situazioni che ci accadono prevedono un margine di incertezza e se si parla di futuro ancora di più. Forse uno psicologo ti può aiutare a migliorare anche il tuo modo di approcciare alle cose e credo questo potrebbe ridurre il senso di angoscia che provi pensando al futuro e schiarire molto le tue idee e progetti.

Se hai bisogno scrivimi pure.

Martino Miccoli