Tessa  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 30/03/2020

Caserta

Mi sento una fallita, con bassa autostima e ansia sociale.

Buona sera a tutti, mi chiamo Teresa, ho 24 anni e se ho deciso di parlare di questo mio problema con voi, vuol dire che da sola non riesco a gestire niente più.
Come da titolo, ho avuto da sempre questi problemi, bassa autostima e il costante timore di essere giudicata dalla gente. È come un demone, che mi segue anche se devo andare al lavoro. Da piccola anche se ho sofferto di bullismo alle elementari, medie e superiori (bullismo psicologico) ho avuto un’infanzia dove i miei genitori non mi hanno mai fatto mancare nulla; anche se ho un padre che continuamente mi rinfaccia di essere una persona non normale. Lo rispetto molto, per quello che sta facendo ecc ma parecchie volte mi butta giù. Non ho voluto dire il mio cognome perché temo che qualcuno qua sopra mi riconosca. Comunque, non so più che fare, ho sempre il timore (molte volte fondato) che qualcuno mi stia sparlando dietro e mi giudichi; ed è vero, perché ho avuto delle brutte esperienze. Anche con chi non conosco mi fa questa cosa. Facendo questo, mi sono allontanata dalle mie amicizie. Gradualmente. Ora non mi è rimasto nessuno. Lavoro e sto a casa. Non sopporto più questa situazione. In più, mi sento una fallita perché vengo disprezzata al lavoro, (lavoro con mio padre) il mio lavoro non è all’altezza degli altri e vengo sempre sgridata davanti a tutti i clienti, facendomi sprofondare ancora di più in basso. Non so che altro spiegare, voglio uscire da questo circolo vizioso, non ce la faccio più. Aiutatemi.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Linda Bori Inserita il 01/04/2020 - 17:07

Roma - Monte Sacro, Conca d'Oro, Tufello, Settebag
|

Buonasera Tessa,
dalle queste parole percepisco forte la pressione causata da quello che percepisci come un demone che ti segue sempre e si nutre delle conseguenze della sua stessa presenza.
Si percepisce la tua stanchezza nel cercare di convivere con questo demone, senti che non ti è rimasto nessuno, che questo circolo vizioso ti ha portata a isolarti sempre di più.
Il tuo messaggio comincia con il motivo per il quale hai deciso di scrivere, non riesci più a gestire la situazione da sola. Se l'avessi potuto fare, non avresti scritto. C'è la volontà di fare qualcosa che normalmente non avresti fatto per provare a spezzarlo questo circolo vizioso e credo che la condivisione con un professionista possa senza dubbio in primo luogo alleggerirti, che è molto importante, poi aiutarti ad elaborare tutto quello che hai scritto e che senti per scoprire quali sono le risorse alle quali puoi attingere per affrontare quello che è il tuo demone personale.
Se lo desideri, puoi contattarmi.
Un caro saluto,
Dott.ssa Linda Bori

Dott.ssa Claudia Irene Gambero Inserita il 31/03/2020 - 17:49

Milano - Centro storico
|

Salve Tessa,
dalle sue parole emerge forte e chiara la sua sofferenza e la sua richiesta di aiuto.
Ci sono molti elementi che sembrano portarla allo stato attuale di malessere e alcuni molto antichi.
L'unico modo per aiutarla che vedo possibile è quello di suggerirle caldamente di iniziare un percorso psicologico che la aiuti a rielaborare il passato e ad affrontare il presente sotto una nuova luce. Posso assicurarle che lavorando su di sè con l'aiuto di un professionista ne trarrà un grande e duraturo beneficio.
Se è interessata ad ulteriori approfondimenti può scrivermi un messaggio privato o una mail.
Un saluto,
Dr.ssa Claudia Irene Gambero