tiziana  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 04/05/2019

Roma

Nausea inappenteza depressione

salve sono una donna 47 anni viciina alla menopausa le descrivo il mio problema
da 10 an ni prendevo le gocce di elapram in quanto soffrto di stati ansia depressione attacchi di panico
a gennaio credendo di stare meglio le ho interrotte...
l'incubo è iniziato ad aprile ho cominciato con la dissenteria e la nausera che ho ancora ad oggi...ho iniziato con nausea inappentezae pensaod di averebisogno delle gocce le ho riprese per qualche giorno poi vedendo che non passava la nausea le ho interrotte
sono andata dal medico curante il quale mi ha visitata e mi ha detto che non ho nulla che è solo ansiama io contibnuando a stare male il giorno dopo sono nadata al pronto soccorso
il dott mi ha visitato mi ha fatto elttrocardiogramma e analisi i cui valori erano perfetti...
ma quest ansia depressione inappetenza li ho fortissimi...
il dotto mi ha oprescritto daparox 10 gocce al giorno...in questyi giorni sto malissimo...ho nausea inappenteza non sto dromendo...faccio incubi
lei cosa ne pensa? cosa devo fare'?
siono molto depressa e preoccupata...non ci sto capendo niente...fara effetto il daparox?
dimenticavo ho fatto anceh ecografia addome completo dove risultava tutto ok

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 04/05/2019 - 22:02

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buonasera Tiziana,
Leggendo il suo messaggio percepisco la sua attivazione e malessere, che mi sembra possano collocarsi nella sfera psicologica, considerando che gli esami medici sono ok.
Quindi si può muovere in questo modo:
1) richieda un'altra visita col dr che ha prescritto daparox ed esponga i sintomi che ha descritto qui, compresi gli incubi.
2) richieda una consulenza psicologica individuale che possa aiutarla a fare chiarezza su quanto le sta accadendo, e soprattutto, su come può fare a sentirsi meglio. Inoltre, la consulenza le potrà essere utile per l'interpretazione degli incubi che sono associati all'ansia di cui soffre ora e che possono fornire preziose informazioni per gestirla meglio.
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).