Antonia  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 31/07/2018

Agrigento

Esaurimento/depressione di un familiare

Buonasera,
sono preoccupata per mia sorella che sta attraversando un periodo di forte stress ma non so come aiutarla. Ha tre bimbi piccoli che non riesce a gestire e non lavorando, passa tutto il tempo con loro tra urla e capricci. Non ha mai avuto molto polso con loro e ultimamente i rimproveri ed urla sono diventati anche insulti.
Ha un carattere estremamente testardo e non vuole che le si dica nulla perchè si offende e si sente giudicata (non si riesce a darle consigli su come crescere i bambini perchè vede la cosa come affronto personale). Inoltre ha problemi di autostima lei stessa, non si vede bella e sta rovinando per questo anche la relazione con il suo compagno. Ultimamente non vuole uscire molto, e quando le dico di lasciare i bimbi ai nostri genitori dice che non vuole stressarli quindi non si prende uno svago per uscire o fare shopping. Non so cosa fare perchè non si lascia aiutare da nessuno ma allo stesso tempo non vorrei che la situazione degeneri ulteriormente e ne vadano di mezzo i bambini che vorrei crescano sani e felici.
Grazie,

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 31/07/2018 - 18:30

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buonasera Antonia,
Comprendo e condivido la sua preoccupazione.
Considerando che sua sorella è restia a richiedere e accettare aiuti, può provare ad interloquire con il suo compagno per renderlo più attivo e partecipe nell'accudimento dei suoi figli.
Infatti, da ciò che ha narrato, immagino che sua sorella sia sola nell'accudimento dei bambini e questa condizione genera di per sè ansia e cattivo umore.
Quindi, il primo passo sarebbe coinvolgere lui.
È possibile che sua sorella rifiuti altri aiuti da voi, perché vorrebbe il sostegno del suo compagno, come è giusto che sia. Ma al momento, forse, non sa come chiederlo ed ottenerlo.
Resto a sua disposizione per eventuali altri consigli e/o pareri sulla situazione.
Un caro saluto
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)