tatiana domande di Alimentazione  |  Inserita il 05/11/2013

Modena

bulimia

ciao,
ho 18 anni..inzio a raccontare come iniziò tutto ciò..l'incubo che mi perseguita e non riesco a farne a meno.
Tutto ebbe inzio quest'estate che ho inziato a fare una dieta e sono arrivata a pesare 49 kili premetto che sono alta 172..ora sono di nuovo a dieta ed assumo tipo 400 kcal al giorno..non ne posso più voglio stare bene come tutti gli altri voglio vivermi la vita senza pensare solo ed esclusivamente al mio corpo, al cibo a dimagrire..
Ho inziato tempo fa anche ad autolesionarmi e non ce la faccio più a vivere cosi a pensare sempre al mio dannato corpo.
E' tutta colpa di quel dannto specchio, perchè fa vedere quello che non vorrei essere..non ho mai parlato con nessuno di tutto ciò, nessuno si è mai accorto di niente nessuno è mai riuscito a vedere tutta la tristezza dentro i miei occhi ed i miei sorrisi...voglio vivere tutto qui non voglio morire dentro ogni giorno..non sono qui per chiedere una mano perchè so che non cambierò mai sono qui solo perchè ho bisogno di dirlo a qualcuno non improta se è dietro ad una semplice schermata di un computer..ma ho bisogno di dirlo, raccontarlo ho bisogno di qualcuno che senta il mio dolore..

  4 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Annalisa De Filippo Inserita il 28/11/2013 - 17:02

Sesto San Giovanni
|

Gentile Tatiana,
dalle tue parole traspare una profonda solitudine ("non ho mai parlato con nessuno di tutto ciò, nessuno si è mai accorto di niente") ma anche la voglia di uscire da questo stato di malessere ("voglio stare bene").
Condividere il proprio disagio può essere un primo passo importante ("ho bisogno di qualcuno che senta il mio dolore") ma affinché abbia gli effetti terapeutici che meriti è necessario andare oltre alla "schermata di un computer". Il secondo passo, infatti, sarebbe quello di "chiedere una mano" perché "stare bene" è possibile, anche se capisco che in questo momento possa non sembrarti così. Ma ricorda che la motivazione è una molla molto forte e puoi farcela.
Un caro saluto.

Annalisa De Filippo
Psicologa Psicoterapeuta

Dott. Giuseppe Del Signore Inserita il 06/11/2013 - 11:24

Viterbo
|

Cara Tatiana,
comprendo bene il tuo stato di malessere e soprattutto il coraggio che hai trovato nell'esprimere questa tua sofferenza. Visto che hai consapevolezza che le cose così come stanno non possono continuare, cerca di fare un piccolo passo in più, rivolgiti ad un Collega di persona, vedrai che anche li ti sentirai ascoltata e soprattutto compresa.
Come vanno le tue relazioni con amici, famigliari, fidanzati? Prova a confidarti anche con loro, anche solo in parte, potrebbe essere utile.
Cosa fai nella vita, lavori, studi?
Avevi già pensato di consultare uno psicologo di persona?
Come mai pensi che la tua condizione non possa cambiare? Sei molto giovane è hai tutte le possibilità per iniziare a stare meglio, basta trovare una giusta motivazione.

Tienici aggiornati se lo ritieni necessario.
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo Viterbo

Dott.ssa Margherita Scorpiniti Inserita il 06/02/2014 - 21:10

Carissima, hai fatto benissimo a sfogarti.Molti psicologi leggeranno il tuo sfogo e ti daranno dei consigli importanti.Leggili, ma non fermarti alla lettura, trova dentro di te anche il coraggio di affrontare il tuo grande problema.La bulimia è curabile,non devi pensare di doverla portare con te per sempre. Se hai paura di andare da uno psicologo a farti seguire per superare il disturbo alimentare,prova a farti seguire online ad esempio, finchè non ti verrà voglia di andare direttamente in Studio.Non lasciarti andare.Sei giovanissima e vedrai che presto ne uscirai,ma cambia le tue tentate soluzioni.........Un caro saluto. Dott.ssa Margherita

Dott. Giovanni Papa Inserita il 29/11/2013 - 16:31

Buongiorno Tatiana,
innanzitutto apprezzo la sua onestà: cioè che non vuole cambiare e vuole soltanto essere ascoltata. Quindi, grazie, di aver utilizzato questo spazio.
Quindi, non le dirò di rivolgersi ad uno psicoterapeuta (anche se io sarei molto curioso di capire se davvero non cambierà mai oppure ci sia una minima piccolissima possibilità affinché questo avvenga... così solo per curiosità ci proverei!) ma, credo che, oltre noi ,anche il suo specchio abbia visto la tristezza dentro i suoi occhi e i suoi sorrisi. Esistono specchi chiamate persone, provi almeno a parlarne con qualcuno. Così, giusto per curiosità!
In bocca al lupo