Francesca  domande di Alimentazione  |  Inserita il 13/05/2021

Agrigento

Ossessione dal cibo dovuta a proibizione?

Buongiorno sono una ragazza di 25 anni che ha problemi con il cibo dalla tenera età. I miei genitori mi hanno portato da diversi dietologi per poter perdere peso fin da bambina senza avere risultati, ovviamente per alcuni io ero d'accordo ad andarci, altri meno. Ad oggi continuo ad avere questo rapporto mal sano con il cibo, ho più di 40 kg in più rispetto al mio peso forma. Nell'ultimo anno ho anche iniziato una dieta chetogenica di mia spontanea volontà, seguita da un nutrizionista ma dopo 5 mesi ho perso tutta la voglia iniziale, mollando tutto. Cercando su internet, penso di essere affetta da Binge eating ma non ne sono sicura preferirei ascoltare il parere di un esperto. Vorrei davvero fare qualcosa ma dopo un tot c'è qualcosa nella mia testa che dice che devo mangiare e non ho possibilità di dimagrire diventando la persona che vorrei. Questa cosa mi fa stare davvero male portandomi a rinchiudermi in casa e non voler uscire a causa del mio peso.

  4 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Matteo Radavelli Inserita il 19/05/2021 - 10:30

Arcore
|

Gentile Francesca,
avverto dalle sue parole un forte desiderio di raggiungere un equilibrio e di affrontare anche l'incastro che la porta a non riuscire ad affrontare un percorso e portarlo fino in fondo, cosa che a mio avviso alimenta le emozioni che poi la portano ad abbuffarsi. Il consiglio che posso darle è cercare lei (non un suo famigliare) un professionista esperto, che si occupi soprattutto di disturbi alimentari, ed affidarsi a lui affinché insieme possiate approfondire le varie trame che hanno tessuto ciò che l'ha portata a sperimentare questa situazione di disagio.
Resto a disposizione,
Dr. Matteo Radavelli

Dott.ssa Valentina Bennati Inserita il 17/05/2021 - 14:07

Lucca
|

Buon pomeriggio Francesca, leggendo la sua lettera mi è subito venuto in mente un libro che consiglio ai miei pazienti quando stanno affrontando con me una difficoltà legata al cibo: "Metti a dieta la tua mente" di Philippe Tahon. E' un libro molto utile e semplice...ci sono anche alcuni esercizi. Può aiutarla nella scelta per intraprendere un percorso psicologico e lo trovo anche efficace per accompagnarlo. Glielo consiglio! Spero di esserle stata di aiuto, un caro saluto e un grande in bocca al lupo! Dr.ssa Valentina Bennati

Dott.ssa Cinzia Siragusa Inserita il 14/05/2021 - 15:28

Padova
|

Cara Francesca,
Un primo passo è stato scrivere in questo portale; il prossimo può essere contattare uno specialista per comprendere come funziona il suo rapporto con il cibo. Questo potrà aiutarla ad accrescere la sua consapevolezza a riguardo e poter affrontare un cambiamento.
Resto disponibile per qualsiasi informazione o chiarimento.
Un caro saluto,
Dott.ssa Cinzia Siragusa

Dott.ssa Noemi Carrieri Inserita il 13/05/2021 - 20:54

Cara Francesca,
sento in lei tanta consapevolezza del suo problema ed anche una forte voglia di risolverlo. Quello che le posso suggerire è di non farsi bloccare da timori e paure, prenda coraggio, trovi uno specialista ed esamini a fondo cosa la turba ed il suo rapporto con il cibo. Vedrà che con il tempo e la perseveranza potrà tornare a godere delle esperienze e della spensieratezza proprie delle giovani della sua età.
Cordialmente,
Dr.ssa Noemi Carrieri (Firenze)