Perche' l'ansia (nelle giuste dosi) e' indispensabile per la nostra sopravvivenza...

Ansia e Depressione
Perche' l'ansia (nelle giuste dosi) e' indispensabile per la nostra sopravvivenza...

L’ansia è un concetto nato dalla meccanica e indica una “quantità di torsione e di pressione che comporta la rottura”. Portato all’uomo,  è una reazione psico-fisica (include componenti fisiologici, comportamentali e cognitivi) che ha lo scopo di FAVORIRE L’ADATTAMENTO DELL’ESSERE UMANO ALL’AMBIENTE.

E’ una risposta di allarme ai pericoli dell’ambiente e, quindi, permette di recepire e attuare una reazione che salvaguardi la nostra specie. Inoltre, a livelli ottimali (legge di Yerkes-Dodson), permette di fornire delle prestazioni estremamente efficienti. Quindi, di fronte ad un pericolo, le reazioni possono essere quella di SCAPPARE, di PARALIZZARSI o di ATTACCARE.

Questo avviene grazie al nostro Sistema Nervoso Simpatico che prepara il corpo ad un’azione rapida mettendo in circolo adrenalia e noradrenalina. Quando la percezione del pericolo finisce, il Sistema Nervoso Parasimpatico raffredda lentamente il sistema riportando la situazione alla calma.

Quindi non si può e non si deve evitare l’ansia ma ATTENZIONE…livelli eccessivi o estremamente carenti possono comportare non solo un radicale calo nelle performance ma anche un’intossicazione e un malessere organico. Se consideriamo il corpo come una caldaia, che si accende per fronteggiare il pericolo e rimane in attività perché la percezione di tale pericolo non termina, la nostra caldaia-corpo non ha modo di “raffreddarsi” e di scaricare tutta l’energia accumulata e questo, a lungo andare, determinerà dei “malfunzionamenti” (https://diiannisilvia.wordpress.com/).