Rendi l'ansia una tua alleata

Pubblicato il 15 marzo, 2018  / Ansia e Depressione
Rendi l'ansia una tua alleata

Tutti noi nel corso della nostra vita abbiamo modo di sperimentare l’ansia, con frequenza ed intensità diverse che variano in base alle persone ed alle situazioni.

Siamo abituati a considerare l’ansia in termini negativi, come un’emozione che provoca disagio e che compromette il nostro benessere. In realtà, però, l’ansia può essere un’importante risorsa perché produce un’attivazione sia fisica che mentale che può portarci a svolgere al meglio determinati compiti o attività.

Pensate, ad esempio, ad una situazione valutativa come può essere un esame, un colloquio di lavoro, una prestazione sportiva, il fare determinate cose alla presenza di altre persone. Un po’ d’ansia ci permette di essere più vigili ed attenti a tutti i segnali potenzialmente importanti, di elaborare al meglio le varie informazioni, di comprendere quali sono le strategie più adatte per affrontare la situazione e di adattarci al cambiare delle circostanze.

L’ansia diventa problematica nel momento in cui raggiunge livelli eccessivamente intensi e ci impedisce di gestire determinate situazioni provocando un blocco nel pensiero e/o nell’azione.

Per evitare che l’ansia diventi troppo forte, patologica e che da un’importante risorsa si trasformi in un grande limite è possibile tenere a mente alcuni accorgimenti che servono a scopo preventivo:

  • Accettare l’ansia. L’ansia è inevitabile in determinate situazioni e cercare di eliminarla completamente sarebbe fallimentare ed inutile. Anzi, a volte più si cerca di allontanarla e più questa aumenta. Non si può pensare di poter eliminare completamente l’ansia dalla propria vita, ma si può pensare di gestirla efficacemente in modo che diventi un’alleata piuttosto che una nemica.
  • Affrontare sempre le situazioni che provocano un po’ d’ansia e di disagio. Molto spesso si può avere la tendenza ad evitare le circostanze che mettono un po’ in difficoltà e che non sono indispensabili. Qualche esempio? Vorresti andare in nuovo negozio o a visitare una nuova città o fare una strada diversa o qualcosa di nuovo, ma il pensiero di fare queste cose ti provoca un po’ di agitazione che sei in grado di controllare, ma comunque rinunci perché non si tratta di cose che per te sono necessarie. In questo modo, però, limiti la tua vita, atrofizzi sempre di più le tue risorse e, continuando a comportarti in questo modo, c’è il rischio che il numero delle situazioni che decidi di non affrontare aumenti sempre di più fino ad arrivare a coinvolgere anche quelle che, invece, per te sono irrinunciabili.
  • Sviluppare le giuste abilità. A volte l’ansia può essere legata anche al fatto che non si possiedono adeguate capacità per affrontare al meglio la situazione. Ad esempio, se hai difficoltà a gestire determinati problemi lavorativi con i colleghi anche perchè non hai delle competenze comunicative ottimali, è possibile che ogni volta che ti trovi in tali circostanze la tua ansia aumenti sempre di più. Lavorare sullo sviluppo di tali abilità potrebbe aiutarti a contenere l’ansia, oltre che a migliorare altri aspetti della tua vita.
  • Organizzarsi. Se si affrontano situazioni complesse che già provocano ansia senza essere adeguatamente preparati e senza aver pianificato alcuna strategia, è possibile che la propria ansia aumenti ancora di più. Pensate, ad esempio al dover affrontare la preparazione di un esame o un compito lavorativo completamente nuovo senza essersi informati, senza aver fatto un programma e senza aver valutato delle strategie da utilizzare.
  • Chiedere aiuto quando necessario. Se la tua ansia sta raggiungendo dei livelli che ti sembrano troppo elevati o se è presente in moltissime situazioni o se, ancora, è lieve ma comunque non riesci a gestirla non esitare a chiedere l’aiuto di un professionista per poter individuare insieme le strategie più adatte a te.