Lele domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 13/03/2018

Roma

Problemi nel vivere rapporti sessuali serenamente

Salve, volevo parlarvi della mia situazione , sono sempre stato una persona ansiosa, nel limite del normale, non ho mai preso calmanti, se non qualche mese fa della valeriana, prescrittami dopo aver sofferto di attacchi di panico, che ad ora sono spariti! Ho avuto parecchie storie, ben 4 e tutte lunghe più di un anno, l'ultima appena terminata è durata 5 Anni. Diciamo che nei primi approcci sessuali insieme alle mie ragazze ho sempre sofferto di ansia, con conseguente calo del desiderio, mancanza di concentrazione, quella che alcuni chiamano ansia da prestazione, che io vedevo strettamente legata al sentimento che provavo per queste persone! Il discorso è cambiato quando questi episodi mi sono accaduti anche con persone che conoscevo occasionalmente, ho cominciato a pensare di non poter vivere il sesso con libertà,e non sopportavo tutto questo, ci ho lavorato parecchio e sono riuscito a superare questa cosa, riuscendo ad avere rapporti in maniera tranquilla anche con persone che avevo appena conosciuto, ora dopo 5 anni di fidanzamento e dopo aver superato questo problema mi sono ritrovato single, e a distanza di qualche mese ho conosciute alcune ragazze, sono riuscito tranquillamente ad avere rapporti con le ragazze che mi attraevano solo fisicamente.. Ora però ho conosciuto una ragazza, e c'è molta attrazione fisica ed anche mentale tra me e lei, nonostante questo mi sono ritrovato a provare Le stesse senzazioni dell'epoca, siamo riusciti ad avere un rapporto, ma perdevo spesso la concentrazione, eravamo costretti a ricominciare, oppure ad interrompere, e questa cosa mi ha rifatto entrare in paranoia,non capisco come essendoci così tanta complicità anche mentale e attrazione io mi possa sentire distaccato dal mio corpo e da lei, volevo un parere, forse è la paura di legarmi nuovamente a qualcuno, dopo aver chiuso una storia importante e lunga? Vorrei riuscire a vivere queste situazioni per conoscere le persone e viverle, anche se senza aspettative, grazie in anticipo delle vostre risposte!

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 13/03/2018 - 09:55

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buon giorno Lele,
da ciò che narra mi sembra che lei disponga di molte risorse ed energie per affrontare il disagio che descrive.
Quindi, può essere utile per lei esplorare meglio la sensazione "sentirsi staccato dal mio copro e da lei" che mi sembra molto indicativa della sua condizione. Provava questo anche negli altri casi descritti? inoltre, come sta in generale in questo periodo? La storia chiusa precedentmente è stata elaborata?
Comprendo il suo desiderio sano e vitale di conoscere e "vivere" le persone, ma i nostri comportamenti sono sempre orientati da aspettative su di noi e sugli altri, quindi è importante per lei comprendere quanto abbia elaborato la storia chiusa precedentemente perchè se così non fosse, ciò si ripercuoterebbe su quella attuale.
Inoltre, le posso dire che in molti casi, pur essendoci "complicità mentale e attrazione" il rapporto sessuale può risentire di una particolare condizione del partner che esula dalla relazione sentimentale.
Ad esempio, quando dice che gli "attacchi di panico" sono spariti, bisogna indagare meglio la cosa, perché se "gli attacchi di panico" di cui parla lei sono quelli diagnosticabili come tali, è difficile che spariscano da soli o solo assumendo valeriana. é possibile che siano in temporanea remissione i sintomi, ma i vissuti che li determinano sono ancora attivi e potrebbero essere la causa delle sue difficoltà negli incontri sessuali.
quindi, come vede, ciò che accade durante i rapporti sessuali, rimanda a vissuti più ampi e complessi che possono riguardare la sua attuale condizione emotiva e ciò che si aspetta dalla relazione sentimentale che sta vivendo.
Cordialmente
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)