Paolo domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 08/11/2017

Crisi di coppia

Buonasera,
ho 33 anni, convivo con la mia ragazza da 5 anni e siamo genitori di una splendida bambina di 4 anni
Vi contatto perché per avere una visione, delle soluzioni o delle verità perché ultimamente , ancora peggio in questi giorni, non andiamo d'accordo io e la mia compagna.
Riassumerò brevemente la situazione, dopo che è nata nostra figlia le cose sono cambiate fra noi due, un po' perché lei si era concentrata al cento per cento con nostra figlia , come giusto sia, tralasciando la nostra vita di coppia in tutti i sensi.
Dopo la nascita della piccola ci siamo trasferiti a casa dei suoi in un altra regione, scelta condivisa non per indisponibilità economiche ma per realizzare un progetto per un'attività in comune, che poi non è neanche iniziata per dei disguidi.
Ammetto che ne risentivo tanto di quel distacco e avevo provato in tutti i modi il riavvicinamento ma ho sempre ricevuto la porta in faccia,
ha sempre avuto poca autostima di se stessa e quasi sempre negativa su tutto e tutti.
Adesso da 3 anni non abitiamo più dai suoi genitori ma la situazione è peggiorata, ammetto che perdo la pazienza per cavolate ma sento che è dovuto alla mancanza di affetto da parte sua, penso di essere diventato così per il suo modo di fare nei miei confronti, per la sua freddezza in questi anni.
Tante volte le chiedevo se avesse un altro o cosa, soffrivo in silenzio e non ho mai espresso la mia gelosia, nell'ultimo periodo abbiamo iniziato un'attività sportiva insieme, vedere che nei messaggi o facebook (la rovina dell'umanità e delle coppie) commenta sempre con cuoricini ed altro mi fa star male perché con me non è più cosi.
Attualmente è uscita con un ragazzo conosciuto in palestra perché si trova bene parlare con lui e quando le faccio capire che un po non mi fido reagisce con espressioni strane come per dire che rompo le scatole.
Da tre giorni siamo arrivati all'apice , quando parliamo usa sempre il condizionale : non vorrei buttare via 5 anni ecc , dice che non ha più stimolo di avvicinarsi fisicamente, che deve capire cosa vuole realmente ( non ha un buon rapporto con i suoi genitori), che vuole continuare la nostra storia ma non sa come fare,,ecc ecc.
Ho riassunto un po' di tutta la situazione, so che devo migliorare sotto certi aspetti e non voglio perderla e neanche rovinare il futuro di mia figlia, penso che in un rapporto se non c'è "anche" l'attrazione fisica non possa andare avanti.
Stiamo passando dei giorni molto difficili, sto male e mia figlia non merita questa situazione,
vi chiedo gentilmente un consiglio o che decisioni dovrò prendere in considerazione
grazie

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Francesca Di Niccola Inserita il 08/11/2017 - 21:32

Salve Paolo, immagino che non sia stato semplice riassumere in poche righe quanto accaduto e soprattutto il tuo vissuto di questi anni, fino ad ora. Mi chiedo se avete preso in considerazione la possibilità di farvi aiutare da un terapeuta in questa delicata fase della vostra vita di coppia?....Spesso si ha l'impressione di "parlare lingue differenti" e non bastano neanche i gesti o la comunicazione non verbale per incontrarsi, anzi si assume sempre più l'atteggiamento di chi sta per combattere contro l'altro. Sarebbe, invece, molto più efficace e adeguato apprendere o potenziare l'abilità dell'accoglienza dell'altro, l'apertura dei propri sentimenti, desideri e bisogni piuttosto che il: puntualizzare, recriminare, rinfacciare, predicare, ecc.....ingredienti per un dialogo fallimentare.
Cari saluti
Dott.ssa Francesca Di Niccola
PsicoLogicaMente