alice domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 28/02/2017

Forlì-Cesena

Problemi di erezione ed eiaculazione

Buongiorno,
siamo una giovane coppia, io 28 lui 31 anni, siamo insieme da oltre 10. Da 5 siamo sposati e abbiamo avuto 2 bambine negli ultimi due anni. La nostra vita sessuale è sempre stata appagante e regolare, siamo molto amici e complici e questo ci ha permesso di vivere e condividere serenamente il piacere proprio e dell'altro.
Circa un mese e mezzo fa, durante un rapporto con penetrazione, mio marito ha perso erezione e non è più riuscito a recuperarla, cosa piuttosto strana, ma può capitare. Da lì in poi ogni tentativo finiva nello stesso modo...tanto che era sempre più difficile arrivare ad un'erezione massima.
Negli ultimi quindici giorni, abbiamo tentato un approccio diverso fatto di maggiori preliminari e meno concentrato sulla penetrazione, avendo un ottimo riscontro in termini di erezione, ma al momento della penetrazione entro 1/2 minuti sfocia in eiaculazione, non voluta ma non controllabile.
Io cerco di rasserenarlo di dirgli che è solo un periodo, ma lui è molto frustrato da questa situazione, ed è chiaro che sta alterando la nostra serenità di coppia.
Ora...c'è qualcosa che posso o non posso dire, fare? è possibile, ed è la cosa che più mi preoccupa, che dietro a questi sintomi ci siamo altre problematiche di salute?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Andrea Bottai Inserita il 01/03/2017 - 09:48

Firenze
|

Cara Alice, non necessariamente ci devono essere altre problematiche di salute per giustificare questi episodi. Naturalmente non si può escludere finché non siano stati fatti gli opportuni accertamenti. Tuttavia è noto che il modo peggiore per avere una erezione è dubitare di poterla avere. Si chiama ansia da prestazione ed è uno dei fenomeni più comuni. Partendo da un fenomeno occasionale come è successo a voi, ci si fissa sul problema e in questo modo lo si rende vero. Ci sono protocolli di trattamento per questa disfunzione che però richiedono di incontrarsi in seduta. L'essenza della metodologia di trattamento si basa sul controparadosso di non cercare più l'erezione, anzi, vietarsela e cercare di non averla. Potete stare tranquilli, è molto comune e di solito, se si lascia fare alla natura senza pensarci su, si recupera la normale funzionalità.
Cari saluti.
Dott. Andrea Bottai - Firenze