Irene domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 19/01/2017

Confusione totale

Sono una ragazza di 25 anni e in età adolescenziale, fra i 17/18 anni ho avuto un esperienza omosessuale che io ho sempre definito un esperienza, portandola alla fine al dimenticatoio. Ora sono fidanzata ufficialmente con un ragazzo da 4 anni, e da 4 anni non ho piu rapporti con le persone con cui ho condiviso quell'esperienza e evito non so perche, persino la gente omosessuale. Tutto ciò fino a settembre, ho fatto amicizia con due ragazze che stanno assieme fra di loro e a loro volta due settimane fa mi hanno fatto conoscere una loro amica, tornata in paese per le feste natalizie. Lei ha cercato di prendere confidenza con me molto velocemente ma piu lei provava ad avvicinarsi a conoscermi, piu io mi allontanavo perche avevo come la sensazione che mi mettesse soggezione. Dopo qualche giorno sono riuscita un pò a rilassarmi, caffe, una birra, una pizza come due normalissime amiche ma dentro avevo anclra quella strana sensazione. Dopo sono arrivati gli abbracci, le carezze, le chiacchierate poggiata l una all altra mentre ci sfioravamo la mano e da li io sono nel pallone.. ora se ne andata e pensavo che si sarebbe portata via anche le mie paranoie.. invece restano.. piu forti che mai. Mentre chattiamo, durante la giornata non faccio altro che pensarci non curandomi minimamente del mio ragazzo. È come se non mi importasse e non capisco cosa mi succede.. non riesco più a fare ordine nei miei pensieri.. cosa mi sta succedendo?

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Giuseppina Cantarelli Inserita il 19/01/2017 - 11:16

Gentile Irene,
la sicurezza che offre la cosiddetta normalità è il motivo per cui molte persone si impediscono di guardare con franchezza dentro di sè , cercando di scoprire chi siano veramente. Proprio ieri sera è stato trasmesso un film molto commovente a titolo "La vita di Adele, regia di A.Kechiche". Parla di una appassionata storia d'amore tra due ragazze e la protagonista , appunto Adele, è quanto di più semplicemente e direi deliziosamente"normale" si potrebbe immaginare. Io credo che lei abbia la necessità di esplorare se stessa e le proprie vere inclinazioni, aiutata da qualcuno da cui non si senta giudicata. Lo scopo di una buona psicoterapia è proprio quello di aiutare le persone a ritrovare e ad accettare se stesse, rispetto alle loro reali inclinazioni , gusti, tendenze , che potrebbero essere peraltro solo temporanee. Mi pare che la risposta alla sua domanda, riguardi la necessità di sentirsi realmente attratta da qualcuno, di risperimentare quella passione , desiderio , intensità di sentimento , che oggi pare molto sopita.
Non è possibile per me dirLe altro in questa sede, ma la invito ad approfondire sul piano psicologico, questo momento di difficoltà , confusione e incertezza e sono certa che alla fine , una risposta più decisa , emergerà da dentro di lei.
Cordiali saluti
Dott.ssa Giuseppina Cantarelli
Parma

Dott.ssa Leonia Paola Cazzaro Inserita il 19/01/2017 - 14:38

Cara Irene, comprendo il suo senso di disorientamento e la sua confusione... probabilmente ciò può essere dovuto al fatto che già a 17/18 anni aveva sperimentato questa sensazione non arrivando ad approfondirle le cause e a scoprirne le vere ragioni. solitamente quando non riusciamo a mettere a fuoco ciò che desideriamo e a cosa aspiriamo viviamo momenti di stallo e di insoddisfazione personale e relazionale.
penso possa essere utile per lei approfondire quanto sta accadendo.

rimando a disposizione

Dott.ssa Leonia Paola Cazzaro
Varese