Aurora domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 18/12/2016

Torino

Periodo no e relazioni

Buongiorno,
Vi contatto in quanto, come scritto nel titolo, mi trovo in un periodo no.
Sono disoccupata e oltre ad avere difficoltà a trovare un lavoro questa mia situazione mi blocca nella conoscenza di altre persone. Non parlo di relazioni di amicizia, ma ho difficoltà ad approcciarmi con le persone verso le quali provo attrazione in quanto mi trovo inadeguata vista la mia situazione lavorativa.
Come posso fare?
Grazie

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Giorgia Salvagno Inserita il 22/12/2016 - 01:32

Gentile Aurora,
da quello che ci racconta, sembrerebbe che il lavoro occupi une fetta di importante della sua identità. La nostra identità, infatti, ovvero la consapevolezza stabile di chi siamo, coerentemente anche con lo spazio e il tempo (ovvero, se io, nata a Roma, vado a New York per due settimane, sarò comunque consapevole di "chi sono" anche se non sono nella mia città natale) è composta da molte "parti", oltre a quella lavorativa: quella di genere (ovvero se si è maschi o femmine), quella familiare (se si è figli, genitori, nonni, coniugi, fratelli o sorelle, etc), quella relativa agli hobby e alle nostre passioni, e così via. Tenere presente questo è molto importante, in quanto noi non siamo solo ed esclusivamente il lavoro che svolgiamo. Dare maggiore attenzione e importanza a tutti gli altri lati della sua persona, quindi, potrebbe esserle d'aiuto per superare la sua sensazione di inadeguatezza.
Lei ci chiede come può fare... potrebbe esserle utile rivolgersi ad uno psicologo, che potrebbe, inoltre, fornirle dei suggerimenti e aiutarla a riscoprire le sue risorse anche relativamente alla ricerca di lavoro.
Data la sua situazione economica potrebbe rivolgersi al Consultorio della sua ulss, dove l'accesso è gratuito, o informarsi dell'eventuale esistenza di associazioni della sua città che offrono servizi di consulenza psicologica gratuita o a prezzo ridotto. Può informarsi di ciò anche presso il suo medico di base. In alternativa, può anche guardarsi attorno rispetto ad uno psicologo privato della sua città, in quanto alcuni offrono degli sconti per persone disoccupate.
Intraprendere un percorso psicologico, inoltre, potrebbe essere di beneficio anche rispetto alla sua autostima, che mi pare di capire sia un po' diminuita, dato il suo senso di inadeguatezza.
Resto a disposizione e le faccio i miei più cari auguri!

dott.ssa Giorgia Salvagno
Psicologa a Venezia e Online