domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 10/11/2016

Caltanissetta

Disperato bisogno di un consiglio

Salve, sono una ragazza di 26 anni, sono stata per 8 mesi con un ragazzo inglese di 27, 6 mesi li abbiamo spesi in australia dove ci siamo conosciuti. Era semplicemnte fantastico nonostante avessi capito un suo passato difficile (anche se lui non si è mai aperto veramente con me),mi dimostrava il suo amore. Lo amavo, lo amo. Un giorno, purtroppo, è arrivata la chiamata di sua madre dicendo che il padre stava veramente male (ha un tumore ed è anziano) e quindi è dovuto tornare in europa, io l'ho seguito perchè ho pensato che in quel momento avesse avuto piu bisogno di me e nn me la sentivo a lasciarlo da solo, ovviamente non sono andata a vivere con lui a casa dei suoi, ma andavo spesso a trovarlo per 2 mesi ho fatto 2 settimane in casa sua e 2 settimana a casa mia. Io ho percepito che non era più il ragazzo che avevo incontrato. Era diverso, quindi pensavo ad un tradimento. Ero preoccupata di perderlo, gli controllavo il telefono, ero gelosissima e la sua indifferenza nei miei confronti mi faceva impazzire letteralmente, infatti dopo avere scoperto che lui andasse su chat di incontri erotici gli ho alzato le mani, lui è scappato da casa lasciandomi con i suoi e quello è stato l'ultimo giorno che l'ho visto, io sono tornata a casa il giorno dopo. Qualche giorno fa gli ho mandato un messaggio dicendogliene di cotte e di crude e finalmente si è sfogato, ha esternato i suoi problemi. Da piccolo è stato violentato 2 volte. Mi è crollato il mondo addosso, mai mi sarei aspettata una cosa del genere. Lui mi ha detto che si è ritrovato a parlarne con alcuni ragazzi che hanno avuto i suoi stessi problemi o simili al suo. Ma non ha trovato la forza per esternare questo suo dolore e cercare seriamente aiuto da un dottore o dalla polizia e non vuole parlarne con me. Mi ha solo raccontato chi e dove (non è un familiare). Vorrei tanto aiutarlo, abbiamo chiaccherato in questi 2 giorni e lui mi ha detto che non mi vede come una nemica, ma piuttosto mia amica. Il fatto di essere a 3000km di distanza, però non mi aiuta sicuramente ed è per questo che ho deciso di rivolgermi a voi per un consiglio. Cosa posso fare?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Sciubba Inserita il 10/11/2016 - 22:46

I traumi, anche quelli molto pesanti, possono essere superati, anche se quelli infantili sono probabilmente più tenaci.
Deve però farsi aiutare da uno psicologo psicoterapeuta. In genere le terapie per casi del genere sono piuttosto brevi. Potrebbero però successivamente esserci altre tematiche da "sistemare".
Se lui si è aperto con lei è già un buon segno. A volte bisogna avere pazienza se non si vuole buttare via troppo presto una relazione importante che potrebbe farci felici.
Per quanto riguarda il trauma deve contattare uno psicologo psicoterapeuta.