Maria Cristina domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 13/10/2016

Arezzo

Come rimediare e stare bene?

La mua storia inizia 6 anni fa . Colpo di fulmine , mi sono innamorata follemente avevo 22 anni . Dopo 2 mesi lui mi dice che è fidanzato da quei 3 anni , poco prima di natale . Mi allontano , passa un po di tempo e lui inizia a ricercarmi disperatamente dicemdomi che non fa altro che pensare a me , e che mi ama e mi chiede di darle tempo per sistemare le cose . Ovviamente sono passati quasi 5 anni , tra tira e molla , e non è successo nulla , nessun chierimento , nessuna promessa solo che aveva ancora bisogno di tempo. Il giorno dopo il suo compleanno la fidanzata scopre tutto , lei le chiede di scegliere una delle due . Lui ha scelo lei . Io mi sono ritirata. Passano 2 settimane e il telefono sia casa che lavoro non smettono di squillare ,vuole vedermi e vuole parlarmi . Dopo varie insistenze cedo , dice che non può vivere senza me è che ha fatto la scelta sbagliata , di darle un paio di gg perché avrebbe sistemato tutto . Passano questi gg lui si fa sentire , ci vediamo e mi dice che non sa come sia successo lei è rimasta incinta . MI alzo e vado via facendole i miei auguri e nient'altro.
Dopo più o meno un mese di nuovo lui , che mi ama, non è ciò che voleva e che la donna della sua vita sono io , vorrà e vuole tanto bene al bambini però non a lei . Io cretinamente cedo , le credo un altro volta , come scusa usa sempre queste parole "adesso ho praticamente tutto perché dovrei ancora cercarti se non ti amassi".
Passa un po di tempo e scopro che si dovevano sposare .lui come scusa usa le usanze , essendo del sud dice che si usa così , e che è costretto a sposarsi , le famiglie vogliono così . Non le ho detto nulla , sono stata troppo buona e creduto troppo, ho cambiato numero di telefono e ho provato di andare avanti di voltare pagina . Lui non ha mai smesso di cercarmi , nel giorno del matrimonio ero al lavoro e chiamava in continuazione fino a che non doveva entrare in chiesa . Le ho chiesto di non cercarmi più , non la fatto insisteva sempre di più . Passa un po di tempo , mi ripete le stesse cose , che tutto ciò che ha fatto era perché si sentiva obbligato non per amore e che ha breve , una volta nato il figlio avrebbe sistemato tutto . Io le credo , mi dice che vorrebbe un figlio con me , di sposarmi e che non vedeva l"ora di iniziare la vita come , il suo vero amore . Riprendiamo a frequentarci di nuova , più di prima con mille promesso nel cassetto . Io rimango incinta dopo vari tentativi, e sono contentissima , a brevè nascerà la mia bellissima bambina . Lui è contento , continua a ripetere sempre che siamo destinati a stare assieme e che la gravidanza è la prova . Passano un po di mesi , le.chiedo che intenzioni ha , mo risponde che è confuso e che non sa come fare ,ovviamente di darle un po di tempo avrebbe detto tutto a lei . Ovviamente non la fatto , anche se lui dice di si . Ma ormai non lo credo più . Le ho chiesto di non cercarmi più e di lasciarci in pace , con il suo comportamento ci fa troppo male , e che il giorno in cui nascerà la bambina sarà avvisato , fino ad ora mi sono sbrigata tutte le cose da sola e non ho bisogno del suo aiuto .Ho accanto la mia famiglia ed ora la mia bimba , che quando scalcia mi da una gioia immensa .È di una cosa sono certa , non cambierà mai ,es io sono stata un cretina a credere tutto ciò che raccontava .
Spero tanto di aver fatto almeno ora la scelta giusta ???

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Laura De Martino Inserita il 18/10/2016 - 15:01

Napoli
|

Cara Maria Cristina, che dire!ci sono uomini che non vogliono perdere nulla e così non scelgono mai, fanno cose da adulti come mettere al mondo figli quando poi adulti non lo sono ancora diventati. Essere adulti significa prendersi le proprie responsabilità prima di tutto. Responsabilità nell'etimologia del termine significa "rispondere di" ed infatti quando parliamo di responsabilità intendiamo la capacità di rispondere delle conseguenze di ciò che si fa. Quando ci troviamo davanti a persone che non riescono a fare questo occorre fare uno sforzo e non lasciarsi trascinare nella loro confusione, restare svegli piuttosto che farsi incantare da promesse non seguite da comportamenti. Immagino la fatica ed il dolore che prova in questo momenti e sebbene ciò non turba la gioia di una gravidanza, credo che anche lei stia pagando l'aver riposto tanta fiducia in una persona che ha dimostrato di non meritarla. Le auguro di restare vigile e di non lasciarsi incantare ancora dal fascino delle sirene e di chiedere alle persone che dicono di volerle bene di trattarla anche bene.

Un caro saluto,
Dr.ssa Laura De Martino
Psicologa, Psicoterapeuta
Napoli