Assmaa domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 29/09/2016

Marito che guarda donne nude su internet

Salve, sono una ragazza di 22 anni sposata da tre con due bimbe. Io e mio marito ci siamo sposati dopo una bella storia d'amore ma ora penso di non provare più lo stesso. Questo da quando ho scoperto che va a guardare donne nude e siti porno. Sono distrutta e mi sento morire anche perché ho partorito da quasi due mesi e odio il mio nuovo corpo dopo la gravidanza, ho l'autostima a terra e lui ha scelto il modo più doloroso per ferirmi.. guardando donne più belle e più magre di me. Non ho più fiducia in lui e non ce la faccio più a vivere in questo modo perché non è la prima volta che lo fa ma da sempre e io lo perdonavo. Ma questa volta è diverso, lo ha fatto in un momento delicato per me. Lui dice che mi ama ma chi davvero ama unapersona la rispetta. Io so che non ritornerò più come prima purtroppo e questa cosa mi sta uccidendo. Sono molto stanca e delusa, gentilmente cosa mi consiglierebbe di fare? Gli ho parlato molte volte di questa cosa e lui mi dice sempre ma tutti gli uomini lo fanno non c'è niente di male. Grazie tante attendo una sua risposta.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Claudia CAMPISI Inserita il 29/09/2016 - 10:46

Buongiorno Assmaa,
la ringrazio per aver scelto questo spazio per condividere la sua sofferenza e approcciare una prima richiesta d'aiuto.
In questo momento immagino senta un forte bisogno di affetto e supporto perché la nascita della sua bambina rappresenta un vissuto ancora molto recente e il suo corpo porta ancora i segni del percorso appena concluso.
Il comportamento di suo marito è andato a compromettere un equilibrio generalmente già molto precario nelle donne nella fase del post-partum ed ha minato un rapporto di fiducia velato da episodi e ferite precedenti.
Credo che parlare con suo marito di questo suo comportamento non sia affatto semplice in relazione alla difficoltà ad accettare il suo corpo oggi nel quale fa tanta fatica a riconoscersi.
Se ne ha la possibilità ricerchi un aiuto da parte di un professionista per approfondire dal mio punto di vista per prima cosa il suo disagio e a ritrovare le risorse per riaprire un confronto con suo marito.
Sono convinta che capire cosa spinge suo marito a questa pratica potrebbe aiutarla ma prima di pensare a lui dovrebbe concentrarsi su di sé per il suo bene e per le bambine che hanno estremamente bisogno di lei.
Se vuole confrontarsi su alcuni passaggi della mia risposta non esiti a contattarmi.
Dr.ssa Claudia Campisi