Anna domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 13/08/2016

Bari

Perché sono così?!

Salve,
Ho una relazione con il mio ragazzo da più di 5 anni. Premetto che non mi ha mai dato motivo di dubitare del suo amore, fedeltà, attenzione nei miei confronti. Non riesco pertanto a capire perché dopo tante dimostrazioni, invece che acquisire più sicurezza, io sia sempre in uno stato di ansia. Se esce con gli amici, resta all'università più del solito, si dedica a un suo hobby che non coinvolge me, sento sempre una sensazione di vuoto e quasi di sconforto, convinta che si stia divertendo più che con me, che possa incontrare qualcuno migliore di me. Lui più o meno sa di questi miei 'complessi'. In passato manifestavo i miei pensieri, spesso esasperandolo con le mie paranoie e gelosie immotivate; adesso tengo tutto dentro di me perché non mi sembra giusto fargli pesare questi miei atteggiamenti anche nelle cose più banali. Certe volte lui però se ne accorge, nota il mio sguardo o la mia espressione, oppure non riesco a trattenere le domande: 'ci saranno ragazze?', 'cosa dovete fare, dove dovete andare, a che ora?'. Quando la situazione è invertita, lui è tranquillo, fa domande ma senza tono da investigatore, si fida senza problemi di me e di ciò che faccio. Io non vorrei essere una ragazza ossessiva, non vorrei soffocarlo, ma sopratutto vorrei vivere tranquilla la nostra relazione senza queste continue ansie e paure. Ma per quanto mi sia sforzata di cambiare, migliorare questa parte di me, nulla è riuscito a togliermi dal petto questa sensazione che mi opprime ogni volta che so che lui sta facendo qualcosa con qualcun altro. Cosa posso fare?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Sciubba Inserita il 13/08/2016 - 14:45

Gentile Anna,
diverse sono le strategie che si potrebbero adottare e in parte dipendono anche dalle sue caratteristiche di personalità. In generale sarebbe bene non solo migliorare il rapporto con il partner nell'immediato, ma anche compensare probabili elementi di disagio profondi che la portano ad essere così facilmente ansiosa. Per far questo occorre ovviamente conoscere qualcosa di più della sua vita e del suo sviluppo.
Le consiglio pertanto di consultare uno psicologo psicoterapeuta, confidando che il suo problema sia piuttosto facilmente risolvibile.