elda domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 08/08/2016

Salerno

Non capisco la mamma del mio ragazzo

Salve,ho 18 anni e sono fidanzata da 1 anno e qualche mese non so se la mia domanda verrà ritenuta strana o senza senso,ma ho bisogno in ogni caso di sfogarmi...ho 18 anni e sto assieme al mio ragazzo da 1 e qualche mese,ho conosciuto sua madre intorno al 3 mese e sin da subito è nata una grande complicità tra noi...mi trattava veramente come una di famiglia,qualche volta si è anche fatta accompagnare a fare delle commissioni,ogni volta che ho fatto qualche viaggio avevo un pensiero per lei...mi ha anche fatta approcciare al buddismo (che lei pratica),andiamo alle riunioni insieme,ecc..quando tra noi c'è stata una "pausa" di 3 mesi mi contattava qualche volta solo per sapere se stessi bene... insomma un bel rapporto! Forse però fino ad oggi...oggi sono stata a casa del mio ragazzo e mi ha salutata con un "ciao" freddissimo,ho fatto finta di nulla,poi ci siamo messi al piano di sotto e quando è scesa ha iniziato a dire "ma che avete 80 anni? che ultimamente state sempre a casa?"...poi mentre ero fuori con il mio ragazzo a fumare e c'era anche una sua amica mi guardava strano e se provavo a dire qualcosa era distaccatissima...ora sicuramente penserete che sono pazza,direte "che te ne frega della mamma del tuo ragazzo",ma in realtà sto giù perchè mi ero davvero affezionata,era una seconda mamma per me..non so che pensare,magari sarò diventata invadente per lei,non so...ma non so se è il caso di farmi sentire,di andare a casa del mio ragazzo,io voglio stare bene con lui,oggi sono stata molto a disagio...dovrei parlarne con lui? non so come la prenderebbe se all'improvviso non andassi più...io amo tantissimo il mio ragazzo,ma mi ero affezionata tanto anche a lei...dovrei allontanarla?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Pietro Artusi Inserita il 10/08/2016 - 11:22

Cara Elda, buongiorno. Capisco il suo dispiacere e la sua sensazione di essere spaesata di fronte a un atteggiamento simile, proveniente da una persona che ne ha sempre manifestato uno opposto. Se la relazione con la madre del suo compagno è sempre stata così ricca e positiva, comunque non mi preoccuperei che possa terminare da un giorno all'altro, soprattutto se questa persona ha dato prova di tenere a lei anche durante la pausa nel rapporto col figlio. La invito a riflettere su una cosa, e poi mi permetto di darle un consiglio. L'invito alla riflessione è semplicemente questo: vista la natura positiva della relazione tra lei e la madre del suo compagno, non pensa sia poca una sola occasione per concludere che la mamma non la sopporta o non la accetta più? Non può essere forse che la madre del suo compagno avesse pensieri o preoccupazioni proprie, magari derivanti anche dal figlio, che l'hanno fatta reagire in quel modo spiacevole? Insomma, non le sembra improbabile che la causa dell'atteggiamento "freddo" sia proprio perché davvero non tiene più a lei, da un giorno all'altro? Non potrebbe esserci una spiegazione alternativa, più semplice? Il mio consiglio è di comportarsi come si è sempre comportata con questa signora, cioè di comportarsi da amica, per così dire. Le dica come l'ha fatta stare vederla in quel modo, che le è dispiaciuto, e le chieda se va tutto bene. Dia la sua disponibilità al dialogo, magari con una scusa (es. una commissione, come farsi accompagnare a comprare qualcosa). Sia trasparente e comunichi come si sente, e comunichi il suo desiderio di rivedere questa persona serena come prima.