Gabriele domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 14/06/2016

Brescia

Omosessualità: come capire cosa prova?

Sono un ragazzo di 18 anni bisessuale non dichiarato .. Un mio amico"etero" (del quale sono innamorato da anni)mi abbraccia e mi fa le coccole a letto... si fa fare i grattini e in più ha sempre l'erezione durante le coccole. ma nonostante tutto ora si è fidanzato... che ne pensate?? i miei amici e amiche pensano che non sia una cosa normale e una ha addirittura detto che secondo lei è gay. Io noto che lui cerca prorpio il contatto fisico è capitato più volte che mi tenesse la mano per delle mezzore... però è il primo che magari ci dice a noi amici ( come battuta): "ciao gay" ecc. non è che semplicemente si è sviluppato un rapporto di amicizia molto forte? Anche se l erezione mi lascia il dubbio. Durante una serata mi ha chiesto di fargli i massaggi e così ho fatto e ha incominciato a dirmi che ero più bravo della sua ragazza e smancerie del genere.. Dopo di che mi ha preso la mano e me l'ha appoggiata sul suo pene che era in erezione e scherzando mi ha chiesto di fare sesso orale.. Mi sono rifiutato sempre in modo scherzoso perché non mi sentivo ancora pronto.. Lui sa benissimo che mi dà fastidio quando parla della sua ragazza eppure ne parla apposta con me per farmi ingelosire.. Lui forse pensa sia uno scherzo o che io sia un gioco ma io ci sto davvero male passo pomeriggi interi a piangere e a pensare a lui.. Dite che posso rischiare e dirgli cioè che provo o che è etero al cento per cento e devo solamente dimenticarlo?
Grazie in anticipo spero rispondiate

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Elena Agio Inserita il 15/06/2016 - 20:32

Gentile Gabriele,
non ho capito bene se il suo amico sappia oppure no della sua bisessualità, comunque è chiaro che lui non sa che lei da anni è innamorato di lui. Non posso ovviamente darle dei consigli perché alla fine solo lei può sapere cosa sia giusto oppure no. Mi sento di dirle che forse dovrebbe capire prima di tutto cosa lei vuole da questo rapporto e agire di conseguenza. Il dubbio di dichiararsi è legato alla paura di rovinare l'amicizia o al rischio di sentirsi rifiutato?
Rispetto al comportamento del suo amico, mi sento di dirle che nonostante l'ambiguità che lui mostra, non è detto che alla fine sia omosessuale o che dichiarerà di esserlo e sceglierà di frequentare anche uomini. Quello che passa realmente nella sua mente, non lo si può sapere, per cui l'unica scelta resta a lei. Altro elemento su cui può riflettere è cosa l'attrae di questo amico e se realmente sente di provare qualcosa di profondo.
Può continuare a restare in questo gioco un po' ambiguo o rischiare... L'importante è aver chiaro cosa si vuole e sentirsi pronto anche ad accettare che le cose non vadano come si vuole o che ci possano far soffrire.
Le auguro di portare avanti con serenità la scelta che farà.
Cordiali saluti.
Dott.ssa Elena Agio, Padova

Dott.ssa Arcangela AnnaRita Savino Inserita il 15/06/2016 - 06:54

Gent.le Gabriele,
prima di capire lui cosa prova per Te, devi chiederti io cosa voglio per me. Voglio esprimergli i miei sentimenti? Voglio avere chiarezza di questa situazione? Contribuiamo anche noi all'ambiguità nei rapporti rendendo confusi i sentimenti e tu lo hai descritto molto bene. La paura di perdere qualcuno a cui si tiene o per cui si prova un emozione o affetto crea relazioni torbide generando attesa. Attesa che qualcosa si definisca, che qualcuno faccia ciò che desideriamo o che qualcuno risolvi o sciolaga il nodo. Ma tutto questo siamo noi. Noi dobbiamo scegliere e decidere cosa è meglio per noi. Sicuramente si soffrirà ma si godrà della chiarezza raggiunta.