Francesco domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 08/06/2016

Agrigento

Istinti di rabbia

Salve, ho 20 anni e ho notato che ultimamente ho grandi difficoltà a mantenere la mia rabbia in certe situazioni. La cosa che mi preoccupa però è che questa rabbia sfocia in violenza su di me ma purtroppo anche su altre persone, e non voglio che accada mai più, perché appena mi calmo un attimo anche solo dopo 3 secondi mi sento in colpa per ciò che ho fatto. Volevo sapere se c'erano delle cause possibili e soprattutto volevo sapere come guarire da questo problema e se è necessario iniziare un percorso con uno psicologo. Grazie in anticipo

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Antonino Savasta Inserita il 08/06/2016 - 11:05

Gentile Francesco,
in che modo esprimi la tua rabbia? È importante capire se solo interiormente, urlando contro qualcuno o con azioni fisiche? Non è una cosa cattiva di per sé la rabbia, lo diventa se ci facciamo trascinare dall'emozione senza controllarla. Allora sì diventa un problema che sarebbe meglio risolvere.
Cordialmente, Dottor Savasta.

Dott.ssa Chiara Francesconi Inserita il 08/06/2016 - 12:33

Buongiorno Francesco,
la rabbia è un'emozione scatenata dal senso di frustrazione o di ingiustizia.. in altre parole, proviamo rabbia (ad un livello più o meno forte) quando percepiamo di essere stati ostacoli o limitati nel fare qualcosa, nel raggiungere un desiderio, un obiettivo, o quando ci viene fatto un torto, un danno, sia essa materiale o "astratto", come ad es. l'essere poco considerati, non compresi o ascoltati ecc... L'espressione della rabbia serve quindi a comunicare all'esterno che ci sentiamo feriti e non soddisfatti, e che se possibile, l'altro dovrebbe far qualcosa per rimediare, o quanto meno scusarsi dell'accaduto. Quest'emozione è molto potente e furibonda, e nella nostra cultura e società va regolata ed equilibrata. Vi possono essere molteplici cause per il fatto di subire una dis-regolazione di tale emozione, tra cui una scarsa tolleranza alla frustazione, a sua volta derivante da esperienze di vita (oltre che da un repertorio biologico innato). Certamente vi sono vari modi per riuscire a gestirla ed esprimerla in maniera efficace, ma per trovare quello più idoneo alla sua persona, occorrerebbe prima approfondire appunto l'origine, le cause e i pensieri sottostanti i suoi impeti di ira. Un percorso psicologico può essere un'utile risorsa per la consapevolezza interiore e il raggiungimento di un sano equilibrio. Attualmente gli approcci cognitivi risultano particolarmente efficaci nella gestione delle emozioni, in tempi medio-brevi. Resto a disposizione per ulteriori informazioni,
un caro saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi
psicologa psicoterapeuta cognitiva
www.chiarafrancesconi.it