Erika domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 10/05/2016

Foggia

Problemi di fiducia

Buonasera,
sono Erika e ho 23 anni... Da quasi 5 anni vivo una storia con il mio ragazzo che ne ha 29. Il mio problema e' che ho serie difficoltà a dare fiducia e a fidarmi di lui a causa di due avvenimenti passati ... Il primo riguarda una persona che sosteneva di aver avuto una tresca con lui (mai comprovata, questa tipa è molto eccentrica e palesemente "persa" per lui) ma non le ho creduto, non avendomi portato nemmeno prove concrete... La seconda e' che lui mi ha omesso una cosa dalla quale, a causa di un amico che amico nn era, e' uscito fuori un casino (pensai al tradimento) riguardante una tipa e dei messaggi... Cosa poi smentita dal fatto che lui mi portò i tabulati telefonici del suo cellulare.
Ora, io sono circa due anni che vivo nel terrore che tali avvenimenti possano accadere di nuovo... Vivo nel terrore di un tradimento, avverto il bisogno costante di controllare lui, e soprattutto ho la fobia del suo cellulare... Cioè detesto quando lo vedo con il cellulare tra le mani o quando gli arrivano dei messaggi. In tutto questo, lui sembra non aiutarmi perché non è il massimo della trasparenza con me... Gliene ho parlato... E ha promesso di aiutarmi a rassicurarmi sul fatto che di lui mi posso fidare, mostrandomi il suo cellulare quando io lo richiedo e soprattutto quando arrivano dei messaggi. ... In tutto questo però, credo che il problema sia io. Non riesco a fidarmi e faccio strani pensieri sulla sua fedeltà e lealtà anche se, a eccezione di quei due episodi esposti prima, non mi ha mai dato motivo di credere che lui possa tradirmi o che sia falso. Ma e' più forte di me... E' come se fosse diventata un'ossessione e non riesco a controllarla. Sto vivendo male questa cosa, piena di sensi di colpa verso di lui e il suo amore. Lo sto investendo di responsabilità riguardanti un'infanzia senza padre che ha portato ad un totale paura incontrollabile dell'abbandono e del tradimento... Ho bisogno di capire se questo possa avere a che fare con le sensazioni di diffidenza che provo verso il mio ragazzo.... Che ha sempre dimostrato di volermi bene e di amarmi. Grazie.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Antonino Savasta Inserita il 10/05/2016 - 22:59

Gentile Erika, da ciò che scrivi non è molto chiaro quale idea di lui sia più forte: se lui sia "non il massimo della trasparenza" o se ti abbia "sempre dimostrato di volerti bene e di amarti". Aggiungi anche che l'infanzia senza padre potrebbe entrarci. Si avverte la tua necessità di fare chiarezza in questa situazione. Se lo ritieni opportuno, sarò felice di aiutarti a fare chiarezza.
Cordialmente, Dottor Antonino Savasta, Psicologo Clinico, Pistoia.