marianna domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 09/01/2016

Milano

Pianti continui

salve, sono una ragazza e negli ultimi 2 anni molto spesso sono triste, piango e sto male per intere nottate,tutto questo avviene perché in pratica cammino su un filo che mi divide da momenti di felicità e momenti di grande tristezza, soprattutto dovuti al fatto che è molto tempo che non sono fidanzata, e ciò spesso mi manda nello sconforto. Cerco spesso di sfogarmi con le mie amiche sperando che mi sappiano aiutare, ma le loro risposte non mi confortano, sono sempre le stesse frasi fatte, in cui mi viene detto che starò meglio e che i momento passerà. ultimamente poi sta sorgendo un'altro problema, mi sono legata molto alla mia migliore amica, e ho paura che pian piano io mi stia innamorando di lei, cerco di darmi mille spiegazioni, anche perché io non ho mai avuto una relazione di questo tipo con una ragazza, ma lei mi attrae, sia di carattere che di fisico.L'unica spiegazione di conforto che mi riesco a dare è che semplicemente mi manchi una figura con cui condividere momenti intimi, come un ragazzo, e la relazione che al momento è più vicina ad un fidanzato è quella della mia migliore amica. sono molto preoccupata che la mia situazione non migliori, anche perché ultimamente mi sono messa a fumare e fino ad adesso non ne avevo mai sentito il bisogno.
Grazie per l'aiuto

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Mirella Caruso Inserita il 01/02/2016 - 08:30

Milano
|

Gentile Marianna, cio' che colpisca nella sua richiesta, è un grande senso di solitudine: intere notti passate a piangere e la percezione di camminare su un filo che potrebbe rompersi da un momento all'altro. Una solitudine mitigata dalla presenza e dal conforto delle amiche, loro ci sono e l'ascoltano volentieri, anche se non possono avere gli stumenti teorici e tecnici per aiutarla. Le donne ci sono, gli uomini no. E qui' c'è il vuoto. Sarebbe interessante capire da dove proviene questo "vuoto", quest'assenza o impossibilità di relazioni con l 'altro sesso, se è sempre stato così o quando questa "mancanza" è arrivata. La spiegazione che si è data, di essere atteratta dalle donne è una spiegazione che potrebbe essere vera o falsa. Se sarà vera, non potrà che prenderne atto perché sarà il suo cuore a imporsi. Se sarà falsa, potrà trovare le ragioni di una difficoltà o impossibilità ad avere un rapporto d'amore con l' altro sesso che oggi la fa soffrire.

Dott.ssa Valentina Bua Inserita il 10/01/2016 - 10:50

Gentile Marianna,
da quello che scrive sembra che in questo momento della sua vita lei sia alla ricerca di una relazione significativa ed esclusiva, indipendentemente dal fatto che si tratti di una relazione con un ragazzo. D'altronde anche quella con il fumo, di cui lei dice di non aver mai sentito il bisogno prima, è una relazione e la sigaretta rappresenta un regolatore emotivo, ovvero un mezzo attraverso cui le sue emozioni posso trovare una forma di espressione e contenimento. Quindi le sarebbe utile riflettere sul perchè proprio in questo momento della sua vita sente come prioritario il bisogno di una relazione. Si tratta di un periodo particolarmente complesso?
Per qualsiasi informazione rimango a sua disposizione.

Dott.ssa Valentina Bua
Psicologa
Roma