cucciola84 domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 25/11/2015

Verona

DESIDERIO

Buona sera sono una ragazza di 30 anni sposata da 3 anni con un marito fantastico che amo tanto però da quando ci siamo messi insieme esattamente 8 anni fa, la mia vita sessuale e sempre stata travagliata;
Il giorno prima del matrimonio è venuto a mancare mio nonno, per me è stato un grosso problema che ho manifestato dopo ben 1 mese, crisi d'ansia, attacchi di panico...risolte con il tempo definitivamente 6 mesi fa.
Ho tanta voglia di avere un figlio ma non riesco a lasciarmi andare, ho paura di non farcela e nel momento del rapporto mi irrigidisco e la maggior parte delle volte non avviene la penetrazione( o almeno credo).
Che devo fare?datemi consigli la fortuna è che ho un marito che mi capisce e mi vuole bene però ora sono io che voglio delle spiegazioni x me.
Grazie saluti

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 26/11/2015 - 12:58

Gentilissima,

è riduttivo pensare che una difficoltà come la sua possa risolversi semplicemente con una "spiegazione". Le sue origini possono essere legate a vari fattori che andrebbero approfonditi e ricercati nella sua storia individuale e relazionale passata e presente. E' per questo che le suggerisco vivamente di consultare uno psicoterapeuta della coppia della sua città: un simile disagio, infatti, può essere affrontato efficacemente coinvolgendo anche suo marito nel percorso di cura.

Un caro saluto

Dr.ssa Valentina Nappo
Terapia individuale e terapia di coppia a Napoli Soccavo, Melito, Pompei, San Giuseppe Vesuviano (NA)
www.psicodialogando.com

Dott.ssa Cristina Fumi Inserita il 26/11/2015 - 14:20

Cara,

si rivolga a uno psicoterapeuta di coppia con il quale intraprendere un cammino di riflessione edi condivisione con Suo marito.
Sarebbe importante sia capire le origine "della Sua vita sessuale travagliata" e comprendere il significato del trauma della perdita del nonno avvenuta il giorno prima del Suo matrimonio sia la dinamica relazionale e di coppia che oggi ha con Suo marito.

In bocca al lupo!

Dott.ssa Cristina Fumi
Psicologa-Psicoterapeuta Milano
www.studiokaleidos.it

Dott.ssa Michela Vespa Inserita il 26/11/2015 - 13:54

Buongiorno,

dice che la sua vita sessuale è sempre stata travagliata da quando si è messa insieme a suo marito, 8 anni fa. E prima com'era il suo rapporto con la sessualità?
Mi sembra che la morte di suo nonno, oltre che a costituire un evento molto doloroso, non abbia influito in questo aspetto, ma solo nel poter constatare che lei sia una persona che tende a esprimere le sue difficoltà tramite sintomi ansiogeni.
Non so in che modo abbia risolto, dopo due anni e mezzo, i suoi problemi di ansia, ma credo che lavorare su alcune sue modalità le potrebbe essere utile per affrontare i suoi problemi.
Al di là degli evidenti impedimenti fisici nell'avviare una gravidanza, penso che sia necessario che lei faccia un percorso personale prima di pensare di avere un figlio. Sa, per quanto sia la cosa più naturale del mondo, la maternità destabilizza di per sé qualunque donna. Raggiungere un equilibrio personale più solido potrebbe essere fondamentale prima di buttarsi in questa bellissima, ma sconvolgente, avventura.
Il consiglio migliore che mi sento di darle, quindi, è di iniziare un percorso con uno psicoterapeuta, sciogliere alcuni nodi, crearsi una stabilità individuale e poi proseguire per la sua strada.

Un caro saluto,
Michela Vespa
Psicologa Psicoterapeuta a Roma