marco domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 23/10/2015

Napoli

Forse non riesco a lasciarla andare via?

salve dott.ssa le scrivo perchè non capisco ,se devo dare ascolto al mio narcisismo ,alla mia idealizzazione della vita o vivere sereno con una ragazza che mi vuole tanto bene ,che in fondo so che è perfetta .Lo so la risposta potrebbe essere ovvia ,ma io non riesco a fare la seconda decisone o meglio,se ci provo la cosa mi terrorizza ,sono spaventato dall’idea di essere bloccato in questa relazione e non poter essere piu’ libero,ho sogni assurdi(dal salvARE il mondo,al viaggiare nel pieno contatto con la natura senza nulla,andare nello spazio) ,ho un enorme superbia e ammetto anche un sentimento di rivalsa nei confronti della vita,un voler dimostrare che sono grandioso e unico,anche quando perdo ,anche quando la cosa è evidente ,,la mia testa mi convince che un giorno la gloria arriverà è un dato di fatto(anche se so che tutto ciò è assurdo).Ho avuto una relazione di 3 e mezzo con una ragazza ,oserei dire perfetta ,il mio primo amore ,da fase di fuoco a quella più pacata colma di sicurezza e routine per quanto diffivile fosse la nostra relazione (genitore contro ,distanza ,mancanza di disponibilità economiche).Iniazialmente queste difficoltà erano piu’ evidenti ,e in un certo senso ne andavo fiero ,mi piaceva che fosse tutto così difficile ,col passare del tempo le cose divennero piu’ facili ,certo sempre difficili,ma erano le stsse difficoltà di 3 anni ,eravamo entrati nella piena routine.Cominciai ad essere invaso dai dubbi cominciai a vederla brutta ,desideravo altre donne (NESSUNA IN PARTICOLARE,ci fu pure una ma ne parlai con piena sincerità alla mia ragazza,e andammo avanti,e non ci pensai piu’ di tanto),non riuscivo piu’ a dirle “ti amo”lo so troppa attenzione alle parole ,ma era importnate e quando non lo dicevo sentivo come se la stessi prendendo in giro,avevo questo desiderio eccessivo di avventura ,guardavo film d’amore e pensavo che tra me e la mia ragazza non c’era tutta quella passione incredibile ,era giutno il momento di realizzare tutto ,e lei mi ostacolava.La lasciai in un giorno trnaquillissimo in cui non mi ero conivnot ancora ma l’idea girava da un pò,ma quando mi chiese se l’amavo ,ripetei che ancora non lo sapevo e con la tristezza nel cuore le dissi di lasciarci per farla finita ,mi sentì di uccidere una persona ,è stata una delle cose piu’ brutte che abbia mai fatto nella mia vita.Ovviamente come segnò lei,segnò me .Ero terrorizzato dall’idea di far soffrire di nuovo così.Lei mi scriveva,telefonava ,cercavo di non risponderle ,insistette per un bel pò ,e per pietà le risposi ,io la spingevo su altri ragazzi ma non ne incontrava mai uno bravo.Io cercavo di incontrare altre ragazze,uscì con una ma mentre stavo con lei ,mi sentì strizzare dall’interno come se non dovessi farlo ,non dovevo farlo ,ho lasciato la mia ex per non riporvare quella sensazione e neanche dopo il primo apppuntamento lasciai stare.Io e la mia ex ci sentivamo semprele dicevo con sincerità che ci provavo con altre ragazze e lei altrettanto ,mi convinsi che forse lei non mi pensava più in quel modo.Non voglio sforzamri di vederla così ,ma devo essere sincero non mi mancava molto anche perchè ci sentivamo sempre,la cosa andò avanti per quasi un anno,finchè lei tentò di baciarmi, preso dalla mancanza di una vita sessuale la baciai e lo facemmo pure. La cosa cominciò a diventare un tira e molla a mio favore, perchè poi io non dicevo di tornare isnieme ,come direbbero alcuni eravamo “scopamici”.Imbrogliai la mia mente pensando che fosse così,anche perchè lei effettivamente tentava con altri ragazzi ,ma trovava solo stronzi e ionon riuscivo mai con una (non perchè non volessi,ma non ci riuscivo).Quindi si ,in un certo senso eravamo tonrati isnieme ,facevamo quasi tutto ,tra sesso (pessimo a causa mia) telefonaersi, frequentarsi,io sempre ripetendomi che non lo eravamo perchè volevo solo divertirmi ,in un certo senso tutto era a discapito di lei ,se non per il fatto che ero sempre presente per qualsiasi difficoltà.Così un giorno fui provocato da lei .accusato di essere uno senza coerenza e decidemmo di dire basta .Inizialmente la cosa mi toccò,ma non particolarmente,col passare delle settimane la cosa si fece sentire di piu anche perchè comincio a frequentare un ragazzo ,praticamente un figo aveva la macchina ,aveva carattere,era intelligente,comicniai a sentire un senso di possesso nei confronti della mia ex ,e un senso di allontanamento come se un punto di riferimento se ne stesse andando via per sempre,e la cosa cominciò ad opprirmi,e cominciai a piangere tutti i giorni ,un senso d’ansia fortissimo ,una paura del mondo come mai,molte cose cominciavano a perdere senso,uno dei miei sogni nel cassetto con un minimo di consistezza diveniva senza senso senza di lei.Mi sentivo male ,ma non riuscivo mai a convincermi di tornare con lei,era diventata felice,perchè intromettermi?Non riesco a convincermi c’è sempre qualcosa che mi dice che devo tornare da lei ,sono chiuso in casa tutto il giorno ,non mi sto dando da fare per il mio futuro,mi sento inutile ,non ho più l’autostima di prima,e i mei amici continuano a dirmi che sono ossessionato col confrontarmi con il nulla del futuro ,con queste infinite possibilitè di gloria che sono certo soddisfare un girono,ma che in realtà non sto facendo nulla,un pò anche perchè sono diventato un cagasotto.Se devo essere sincero io credo che lei fosse la ragazza perfetta ,mi dava tutto e io stavo bene ,veramente bene,per me lei era un punto di riferimento è trumatico per me separarmene ,è come se solo lei meritasse tutto el fatiche che potrei fare un giorno le altre no,anche se sento che potrei senza troppi problemi se la ragazza fosse bella e simpatica e coi gusti come i miei infatuarmi facilmente di un’altra.Pprima fu più facile fare questo gesto,ho compreso di essere un narcisista oltre che immaturo,so di dover maturare ,manon so se devo guarire da questo narcisismo ,o se quest’ultimo sia giusto,fatto sta che ho paura di perdere definitivamente lei,e il tempo scorre e lei ovviamente cerca di essere felice e se adesso era lei quella bisognosa ora sono io ,che rimango nella mia indecisione,sono terrorizzato dall’dea di perdere l’amore della mia vita enon avere più un rapporto come quello di tornare alla routine e alla noia.Ho pensato di decidermi a limitarmi nei confronti di questi sogni ,manon so se è la cosa giustaper quanto non siano per niente tangibili. Non chiedo la direzione da seguire ma almeno l’atteggiamento verso il problema che devo intraprendere,grazie e scusate per il papiello .

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 25/10/2015 - 16:41

Gentilissimo,

il tipo di rapporto che ha instaurato con questa ragazza è conseguenza ed effetto di inquietudini che appartengono anche a lei e in ragione delle quali sarebbe opportuno che iniziasse un percorso di psicoterapia.

Resto a disposizione
dr.ssa Valentina Nappo
Psicologo e psicoterapeuta Napoli Soccavo - Melito - Pompei - San Giuseppe Vesuviano (NA)
Terapia individuale e terapia di coppia
www.psicodialogando.com