Paolo domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 09/10/2015

Treviso

Gelosia del corpo di una donna

Buongiorno,
ho 33 anni e sono insieme ad una donna di 44 anni da poco piu' di un anno. Siamo cresciuti con educazioni molto diverse e in particolare cio' che ci fa discutere molto e' il seguente problema. Io do' un'importanza elevatissima al suo corpo e impazzisco se un uomo le mette un dito addosso. Non mi da' fastidio se esce con altre persone (amici/amiche), il mio star male e' solo conseguenza di quella che io vedo come violazione del suo corpo. Quindi mi fa star male se, per esempio, al mare il suo costume si sposta e si vede cio' che io vorrei non si vedesse o quando lei va sul balcone in mutande o se un trainer le mette le mani addosso per farle vedere gli esercizi in palestra. Intendo precisare che lei non ha atteggiamenti da "gatta morta" con nessuno, non fa nulla con malizia, anzi dice di non far del male a nessuno (in realta' lo fa a me, perche' il suo atteggiamento non le fa dar peso ai miei principi, anzi per lei sono tutti innocenti e nessuno ha secondi fini!). Ne abbiamo parlato spesso, ma lei dice che e' la sua natura e spontaneita' a farla comportare cosi'. Ha fatto dei passi verso di me, ma non mi bastano per farmi stare tranquillo. Ci scontriamo spesso perche' dice che le mie "ansie" la snaturano. Io ho provato ad accettare, ma proprio non riesco e sto male. Mi chiedo: chiedere ad una donna di avere in pubblico un atteggiamento per il quale nessuno le metta le mani addosso o nessuno veda cio' che vorrei vedere solo io puo' "snaturare" una donna? Capisco che per lei possa essere difficile, come posso io agire per stare meglio?
Grazie.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Agnese Tiziana Magno Inserita il 10/10/2015 - 07:31

Gentile Paolo, innanzitutto rispondo alla sua domanda: "chiedere ad una donna di avere in pubblico un atteggiamento per il quale nessuno le metta le mani addosso o nessuno veda ciò che vorrei vedere solo io può "snaturare" una donna?" Dunque, non si tratta di snaturare una donna, quanto più che altro di accettarla per quella che è. Se la sua compagna ha fatto dei passi nella sua direzione, ha comunque dimostrato di volerle stare accanto. Capisco che per lei non sia facile, ma quando una persona è fatta in un certo modo, è difficile che cambi più di tanto. I cambiamenti veri nelle persone sono quelli che avvengono a seguito di crescita e maturazione, non a causa di imposizioni dall'esterno. la sua compagna potrà anche assecondare le sue richieste per alleviare il suo disagio, ma quanto potrà durare? nell'arco di poco tempo i suoi atteggiamenti/comportamenti tornerebbero gli stessi, perché le viene naturale far così. Forse dovreste chiedere una consulenza di coppia per capire fin dove entrambi potete spingervi a restare sulle vostre posizioni e quanto siete disposti a dare all'altro.