simona domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 07/10/2015

Napoli

Non riesco più a vivere serenamente la mia vita

Buongiorno a tutti.
Da qualche settimana non riesco a vivere più serenamente la mia vita.
Il mio ragazzo mi ha lasciata dicendomi di voler stare da solo, che ha bisogno di trovare la serenità che io non riuscivo a dargli.
Da premettere che i primi anni lui era innamoratissimo, molto più di me.
Proprio per questo lo lasciai per ritornare dopo qualche mese insieme. La storia sembrava andare bene anche se poi iniziarono i nostri litigi soprattutto a causa delle mie paranoie, della mia gelosia ossessiva e del fatto che non mi andava mai bene nulla.
Così dopo 5 anni di fidanzamento lui ha deciso di lasciarmi dicendomi appunto che voleva stare da solo ed io non insistevo perché pensavo fosse solo un momento in cui lui voleva riprendersi la sua vita visto che aveva abbandonato tutti i suoi amici per me.
Tuttavia vedo che neanche a distanza di qualche giorno lui inizia a frequentare un'altra ragazza e io lo contatto furiosa dicendo che mi aveva tradita. Lui mi ha giurato sulla nonna che è gravemente malata che questa ragazza era una sua amica, che non mi aveva tradito e che l'aveva conosciuta dopo avermi lasciato.
Io riesco a calmarmi e riprendo in mano la mia vita e sembra andare anche abbastanza bene.
Faccio però l'errore di andare a vedere di nuovo il profilo di questa ragazza e vedo che ha pubblicato la foto di un mazzo di fiori identico a quello che lui mi regalò e la foto era stata scattata nella macchina del mio ex.
La cosa che però non quadrava è che quella foto era stata scattata dopo dieci giorni dal giorno in cui lui mi disse che con questa ragazza c'era solo un'amicizia.
E per non finire, mia sorella li ha incontrati in un locale anche se mi ha detto che non ha visto più di un bacio sulla guancia.
Da qui ho smesso di vivere, di curarmi, di uscire.
sono iniziati gli attacchi di panico.
Perché mai mi sarei aspettata che lui si potesse innamorare di un'altra..
Io lo rivoglio nella mia vita, vorrei contattarlo per chiedergli tutto, per dirgli che possiamo trovare un compromesso.
Però ho paura che contattandolo lui non sentirà mai la mia mancanza e che vado solo a peggiorare la situazione.
Ho troppe domande in testa e non riesco a vivere la mia vita.
Cosa devo fare? Tenermi le domande oppure contattarlo e chiedergli tutto con la possibilità che le risposte non mi piacciono?
Perché non mi ha detto che aveva un'altra invece di dirmi che voleva rimanere da solo? Cosa che per altro ha detto anche a mio cugino senza che però lui gli avesse chiesto niente.
Vi prego aiutatemi perché non so che fare.
Vi ringrazia anticipatamente.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 08/10/2015 - 08:49

Gentilissima,

è sempre difficile rinunciare alla persona che si ama, lasciarla andare e accettare che abbia scelto per sè un altro destino e a volte solo il tempo può guarire questa ferita.

Si dia un pò di tempo...e soprattutto, piuttosto che continuare a ossessionarsi pensando a lui, si concentri su di sè e sulla possibilità di elaborare questa perdita. Buon lavoro!

Resto a disposizione
dr.ssa Valentina Nappo
Psicologa e psicoterapeuta a Napoli Soccavo, Melito, Pompei, San Giuseppe Vesuviano
Terapia individuale e di coppia
www.psicodialogando.com

Dott.ssa giordana pavia Inserita il 08/10/2015 - 07:52

Cara Simona, nella tua lettera indichi le tue "paranoie" e la tua gelosia ossessiva come una delle maggiori cause delle vostre liti e del suo successivo allontanamento.
Quando si esce da una relazione così affaticati e sovraccarichi come pare essere lui adesso, è abbastanza normale che non abbia la voglia di condividere alcunché di personale con l'ex, dal momento che la ricerca di spazio e distanza emotiva è proprio ciò che si sta ricercando con l'allontanamento.
Quando si è innamorati di qualcuno è certamente difficile accettare passivamente il suo allontanarsi e, ancor di più, il suo avvicinarsi a qualcun altro, ma forse, questo momento di difficoltà potrebbe essere un'occasione per te di metterti in discussione e cercare di capire il senso della gelosia ossessiva che ti caratterizza, poiché certamente non si tratta di qualcosa di costruttivo né per le tue relazioni, né tanto meno per la ricerca della tua personale stabilità emotiva.
Hai mai sentito parlare delle Costellazioni familiari? Sono un mezzo molto efficace per andare a lavorare sui temi come quello da te indicato, in modo semplice e diretto, senza dover intraprendere lunghi percorsi terapeutici.
Ti faccio un grande in bocca al lupo, affinché tu possa uscire da questo momento di dolore con ancora più forza e consapevolezza, come certo puoi fare.
Un caro saluto.

Dott.ssa Giordana Pavia