Greta domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 10/08/2015

Agrigento

Come aiutare mia sorella?

Salve, ho un problema in famiglia. la mia famiglia è molto strana, mio padre è un grande lavoratore ed ha fatto sacrifici per farci laureare,ma è sempre stato severo con noi. A volte cattivo, usa sempre un linguaggio nervoso e scostumato con noi figli e mia mamma. Mia madre è molto buona. Mio fratello è molto chiuso in se stesso ed io sono molto insofferente ad un'altra situazione che persiste da anni a casa mia. Riguarda mia sorella, che nonostante sia bella,brava ed intelligente, non riesce ad avere un fidanzamento solido, tutti i ragazzi puntualmente l'hanno lasciata per mettersi con qualcun'altra.Questa storia va avanti da 15 anni.L'anno scorso credeva di aver trovato la felicità e la sua anima gemella,ma dopo un anno questo ragazzo la lascia all'improvviso e si rimette con una sua ex. Sono 11 mesi che piange all'impazzata e non accetta di perderlo. Se si parla in modo un pò più schietto,sta male e va in crisi d'ansia,allora si rifugia nella speranza dell'oroscopo propizio e della richiesta della grazia. Il problema è che noi abbiamo un rapporto conflittuale a causa del fatto che io nel parlarle ho modi diretti, in quanto lei, per la troppa sofferenza, spesso non ha una visione cruda della realtà. In sostanza anzichè pensare che questo ragazzo sia stato cattivo, odia me quando lo dico, soffre perchè si sente sempre la lasciata della situazione e prega nella speranza assoluta che ritorni. Ma l'altra cosa che affligge me e mia mamma, che sta malissimo a causa di ciò, e che lei dice continuamente di volersi suicidare nel caso in cui questa persona non torni. Noi siamo spaventati,perchè ormai lo dice tutti i giorni. E se questo ragazzo non torna e sposa l'altra, ipotesi che mia sorella non considera proprio, cosa succederà??Non so più cosa fare. Aiutatemi.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 15/08/2015 - 09:24

Gentilissima,

quanti anni ha sua sorella? La cosa più opportuna sarebbe che lei iniziasse una psicoterapia individuale: crede che lo accetterebbe? In caso contrario, potreste rivolgervi almeno per un consulto ad uno psicoterapeuta della famiglia attraverso il quale si potrebbe pensare di lavorare per costruire una rete e un sostegno familiare per tutti, inclusa sua sorella.

Resto a disposizione
Dr.ssa Valentina Nappo
Psicologa e psicoterapeuta
Terapia individuale, terapia di coppia, terapia familiare
Napoli Soccavo - Pompei - San Giuseppe Vesuviano
www.psicodialogando.com