Sveva domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 31/07/2015

Rimini

Innamorato o Affezionato??

Salve sono una ragazza di 19 anni.
Due anni anni fa ho intrapreso una relazione con un ragazzo un anno più grande di me, abbiamo caratteri molto diversi in quanto io molto solare e estroversa, lui introverso e spesso lento nel prendere qualsiasi tipo di decisione.
Non per niente si dice che gli opposti si attraggono.
Inizialmente la nostra relazione andava bene lui era molto preso da me, ma dopo i primi 8 mesi il nostro rapporto è cambiato un po per la tensione degli esami di maturità un po per il futuro che ci aspettava a settembre e un po anche per abitudine. Penso che lui si fosse stancato di stare con me, io avendo visto il cambiamento specialmente da parte sua ho cominciato a pressarlo chiedendogli spiegazioni e rimproverandolo che quello non era modo di comportarsi in una relazione pur sapendo che non era il modo giusto, perchè forse così non lasciavo che le cose andassero naturalmente senza pressioni. Ero più concentrata a pensare come si doveva comportare lui come ''mio fidanzato'' e non a cercare di capirlo lasciandolo libero nelle sue scelte. A settembre io mi sono iscritta all'università e lui preso dall'indecisione di cosa fare del suo futuro, ha deciso di prendere un anno sabbatico andando all'estero come ''ragazzo alla pari''. Non l'ho presa bene, ne sono rimasta delusa perchè mi aspettavo che non potesse stare lontano da me così come io anche se solo dopo un anno non immaginavo di stare lontana da lui. Penso che lui abbia preso questa decisione un po anche per staccarsi da me, per non sentirsi più pressato ed influenzato. Prima di partire mi ha tranquillizzata molto e con le parole è riuscito a tenermi buona fino a dicembre anche se la mia gelosia per le sue amicizie e uscite era alle stelle! Dopo qualche mese abbiamo litigato perchè mi sentivo spesso trascurata ed infatti dopo poco ho scoperto che mi ha tradita, me l'ha confermato e mi ha detto che era meglio non sentirci più per un po me l'ha confermato perchè non voleva farmi del male,dopo circa un mese io ho cominciato a frequemtare altri ragazzi senza però intraprendere nessuna relazione,e finalmente mi sentivo libera, da dubbi incertezze e seghe mentali. fin quando lui ha cominciato a farsi risentire, e delle banali chiamate e messaggini, sono serviti a lui per avermi ancora nella sua vita, e questa storia è andata avanti per circa 4 mesi, 1 settimana fa sono scesa nel mio paese, e dopo qualche giorno è sceso anche lui, mi ha chiesto di incontrarlo, ho accettato, anche perchè i nostri litigi sono avvenuti attraverso i messaggi, perchè stando all'estero non abbiamo potuto dialogare di presenza, quando ci siamo visti ha continuato a dire che è connfuso per il futuro e che sarebbe disposto a rimettersi con me, ma ha paura per settembre che mi possa deludere nuovamente a causa di una nuova lontananza, che devo fare??? come mi posso comportare??

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Stefania Valagussa Inserita il 17/08/2015 - 13:42

Gentile Sveva,
la sua confusione ed i suoi dubbi sono legittimi e possono essere sciolti solo da un lato prendendosi del tempo per riflettere su di sè e dall'altro confrontandosi apertamente con il suo ragazzo. è importante che ponga se stessa e le sue esigenze come priorità: si conceda lo spazio per riflettere su se stessa, su ciò di cui ha bisogno, sul suo futuro, su ciò che da una relazione vuole e sul suo vissuto nella relazione in corso. Ripercorra i suoi vissuti nella relazione con il suo attuale ragazzo, rifletta sulle dinamiche disfunzionali che si sono innescate tra di voi e se c'è margine per porvi rimedio. Solo allora si riproponga un confronto con lui, mettendo tutte le carte in tavola...potrete così valutare insieme come e continuare a frequentarvi.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Stefania Valagussa