Chiara  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 28/07/2021

Reggio Emilia

Ho rovinato tutto con l'insistenza

Buonasera, sto scrivendo perché ho urgentemente bisogno di consigli, in quanto la situazione mi pesa a tal punto da non riuscire a trascorrere giornate serene. Sono una ragazza di 22 anni.
Premetto che mi è piaciuto un ragazzo per 3 anni circa, una storia di amore che vivevo nella mia testa. Poi, decido che non riuscivo più a reggere il vivere una relazione esclusivamente nella mia fantasia e decido di contattarlo, nonostante l'ansia opprimente. Inizialmente, nasce una bella amicizia, per ben 7 mesi e non mi sono mai dichiarata. E dopo rovino tutto.
Inizio a fare ciò che non ho mai fatto con nessun ragazzo, ovvero l'essere insistente, opprimente, pesante, anche solo per una sua risposta, per un'uscita, qualsiasi cosa. Non so a cosa sia dovuto questo mio comportamento dato che non l'ho mai fatto con nessun altro ragazzo e non ho ovviamente intenzione di rifarlo. Lui aveva i suoi impegni col lavoro e io lo opprimevo. Sta di fatto che, anche se non me ne ha parlato direttamente (non è il tipo per farlo) tranne qualche accenno dove ho percepito fastidio, le pressioni l'hanno eventualmente portato a non rispondermi più.
Ripeto, non è un comportamento che di solito ho, ma è l'unica persona di cui mi sia veramente innamorata. Vorrei aver continuato a comportarmi come all'inizio della nostra amicizia: normalmente, come faccio con tutti, anche perché lui in quel periodo si dimostrava propenso a parlarmi e uscire con me, a differenza degli ultimi giorni.
Quindi dopo 8 mesi di amicizia, non mi risponde più. Sono passati 5 mesi ormai, in cui io pensavo di essere andata avanti e riuscire a frequentare altre persone. Ci sono anche riuscita, per poco. Ma torno sempre là con la testa. Sento che non è finita e che il potenziale c'era. Che dovevo dichiararmi, fare di più. Avevo intenzione di riapparire all'improvviso e chiedergli scusa, ma non so davvero cosa scrivere di concreto e quale sia la mossa giusta da fare. Non voglio rovinare tutto un'altra volta, quindi aspetto consigli... Grazie in anticipo.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Sacha Horvat Inserita il 29/07/2021 - 12:17

Milano
|

Buongiorno Chiara,
se reputa il suo comportamento diverso da quello che tiene generalmente, potrebbe essere utile capire cosa l'ha portata ad agire in questo modo. Ci capita di affrontare situazioni e contesti che fatichiamo a capire e che attivano in noi emozioni che conosciamo poco, nonostante facciano parte della nostra storia.
Come indica lei, ha avuto bisogno di diversi anni per rivolgersi a questo ragazzo a causa dell'ansia, fattore che potrebbe meritare di essere indagato maggiormente e che potrebbe essere legato alle difficoltà riportata in seguito.
Penso che, conoscendo meglio Chiara, sarà in grado di trovare "la mossa giusta da fare" in autonomia.
Un caro saluto
Dott. Sacha Horvat

Dott.ssa Daniela Spiri Inserita il 05/08/2021 - 07:45

Salve Chiara, mi sembra che in tutto quello che scrive ci sia un elemento che spesso viene evidenziato: il non detto. Forse potrebbe semplicemente partire dallo scrivere una sorta di lettera in cui dichiara il suo sentire e col cuore in mano, i motivi per cui sente di essersi comportata in modo cosí "insistente"... Ciò non vorrá dire che lui la accoglierá, non è detto che riuscirá ad iniziare una relazione con lui.
Insomma il dichiarare e l'esprimere il non detto sará un modo per uscire fuori dalla fantasia vissuta in solitudine, il prenderne consapevolezza anche solo per se stessa, senza aspettarsi necessariamente qualcosa da lui. Sarebbe pronta ad un eventuale rifiuto? Potrebbe tollerarlo?
Non conosco lei e neanche i motivi per cui lui sembri un po'sfuggente, ma credo che le persone non sempre ricambino i nostri sentimenti e ciò va accettato, però se non conoscono ciò che sentiamo, non potremmo avere risposte chiare, che per quanto difficili e dolorose, potrebbero "far chiudere una porta" per lasciarci liberi di vivere altro.
Resto a disposizione,
Daniela Spiri