Elettra domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 17/06/2015

Non riesco ad avere un rapporto con un uomo

Sono una ragazza di 23. Ho una bambina di 4 anni. Molto irrequieta che non ascolta nessuno e non mi permette di avere la vita lavorativa e sociale che vorrei. Ma oltre lei a impedirmi i contatti umani si aggiunge una sorta di ripudio verso.gli uomini. Voglio solo fare sesso con loro da quando mi sono separata. Da un anno a questa parte non nutro interesse per più di una settimana per qualcuno. Non provo nulla per nessuno. Benché ho provato ad approcciarsi.A diverse tipologie di persone. Adesso ho trovato una bravissima persona che accetta me e mia figlia. Ma io non la sopporto più. Benché ci tengo tanto. Mi vergogno di certi suoi modi di parlare. Odio il fatto che mi chieda cose durante la giornata. Non ho mai dato con a nessun uomo fin da piccola che i miei si separarono. Poi le mie relazioni.sbagliate...ma adesso sono arrivata ad un punto in cui non reggo più nulla e credo che devo essere curata. Arrivò a non sopportare anche l'odore della pelle delle persone. Degli uomini. Mi fanno schifo i baci. Gli abbracci le parole dolci. Tutto mi soffoca. Aiuto

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Barnaba Inserita il 18/06/2015 - 14:07

Gentile Elettra, mi sembra che lei sia abbastanza cosciente del fatto che vi sia un disagio interno e che probabilmente ha bisogno dell'aiuto di un professionista per affrontarlo, elaborarlo e risolverlo. Questo è già un buon punto di partenza. Può cercare un terapeuta della sua zona con cui iniziare un percorso ed approfondire la sua problematica.
Cari saluti
Dot.ssa Barnaba - Taranto
www.psicoconsulenze.it

Dott.ssa Valentina Mossa Inserita il 18/06/2015 - 11:01

Cara Elettra,
bisognerebbe approfondire il perchè di questo tuo ripudio nei confronti degli uomini.
Da quanto scrivi sembrerebbe essere legato alla separazione dei tuoi genitori: dov'è ora tuo padre? come è stato il tuo rapporto con lui? come è stato il rapporto di tua madre con altri uomini? e dov'è ora il padre della tua bimba?
Queste e molte altre domande mi vengono in mente leggendo la tua storia.
Non si tratta di essere "curata" ma di essere aiutata a comprendere il perchè di questo atteggiamento per aiutarti a superarlo serenamente.
Ti consiglio quindi di prendere contatti con un professionista nella tua città che possa accompagnarti lungo questo percorso.
Un caro saluto ed un forte in bocca al lupo,
Dott.ssa Valentina Mossa - Torino
www.valentinamossa.com
https://www.facebook.com/dottoressavalentinamossa